La zumba è una commistione di movenze fitness e ritmi caraibici che garantisce una lezione aerobica capace di coinvolgere tutti i muscoli del corpo, senza tuttavia rinunciare al divertimento. Chiunque abbia partecipato ad una lezione di zumba, si sarà accorto che gli istruttori tendono a sfoggiare un abbigliamento dai colori sgargianti, appositamente pensato per esaltare il lato gioioso di questa disciplina, sempre più diffusa ed apprezzata anche in Italia. Per praticare zumba non è tuttavia necessario un abbigliamento tecnico specificamente formulato: specie per le prime lezioni, maglietta e pantaloni della tuta andranno benissimo. Parola d’ordine è infatti comodità!

 Le lezioni di zumba si svolgono in gruppo, seguendo i passi dell’insegnate, che propone di volta in volta differenti coreografie (sempre alla portata di tutti), appositamente pensate per tonificare, perdere peso, ma anche scaricare lo stress, ricaricare le energie e divertirsi. Nella scelta del vestiario, tenete dunque a mente che dovrete essere pronti a ballare, saltare e sudare moltissimo! In linea generale, meglio preferire dunque indumenti in puro cotone, anallergici, comodi e traspiranti.

Per quanto riguarda la biancheria intima, scegliete un reggiseno sportivo, privo di ferretto e che garantisca un buon sostegno, così da permettere di muoversi agevolmente. Stesso discorso vale per la t-shirt, da prediligere in fibra naturale o microfibra, comoda e colorata. I pantaloni potranno invece essere, a seconda delle preferenze personali, larghi e comodi, oppure aderenti ma molto flessibili (modello leggings), senza elastici in vita o cuciture rigide che, muovendosi, potrebbero procurare fastidi o danneggiare la pelle. Per i calzini, infine, scegli modelli in spugna, che garantiscano una buona assorbenza del sudore.

Un discorso a sé meritano invece le scarpe, unico capo che deve essere acquistato prestando un po’ di attenzione: sicuramente dovranno essere comode, confortevoli e traspiranti, ma anche dotate di suole ammortizzanti e in grado di dare sostegno alla caviglia. Dalle calzature dipende infatti una corretta postura, tanto che una buona scarpa è in grado di proteggere non solo da eventuali distorsioni alle caviglie, ma anche di prevenire traumi a carico di ginocchia e schiena.