Quando si parla di zucchero ci si riferisce a qualsiasi generico glucide. A quest’ultima categoria appartengono anche il saccarosio (quello che viene di solito e poco correttamente chiamato zucchero) oppure il carboidrato. Parlando più propriamente di saccarosio, si può dire che esso ha una molecola costituita da due monosaccaridi: si tratta di fruttosio e glucosio.

Lo zucchero può presentarsi sia sotto forma di solido sia disciolto in soluzione ed è possibile trovarlo anche in natura, soprattutto nella frutta (all’interno della quale si trova anche il fruttosio, oltre al saccarosio) ed è possibile, inoltre, trovarlo in piante quali la canna e la barbabietola da zucchero.

Lo zucchero da cucina – che sia raffinato oppure grezzo – viene largamente usato nell’industria dolciaria ma i suoi impieghi sono davvero molteplici e non si arrestano soltanto al campo alimentare. Lo zucchero può infatti essere impiegato per mettere in pratica molti rimedi naturali (per combattere gli insetti, contro le scottature, per l’igiene…).

Zucchero: le calorie

Le calorie dello zucchero possono variare in base al tipo preso in considerazione. Esistono infatti molte varietà di questo alimento e le calorie presenti in cento grammi di prodotto sono indicativamente:

  • 390 calorie per quello raffinato
  • 360 per quello di canna
  • 390 per quello a velo
  • 400 calorie per il fruttosio
  • 400 calorie per l’aspartame

Zucchero: i valori nutrizionali

Andando ad elencare invece i principali valori nutrizionali in esso presenti, si può affermare, in termini indicativi, che in cento grammi di prodotto vi siano:

  • 100 grammi di carboidrati
  • 0,02 grammi di acqua
  • 1 milligrammo di calcio
  • 1 milligrammo di sodio
  • 2 milligrami di potassio
  • 0,05 milligrammi di ferro
  • 0,01 milligrammi di zinco
  • 99 milligrammi di saccarosio