Gli alimenti che contengono vitamina A sono molto eterogenei tra loro: se ne riscontrano grandi quantità nei latticini, fegato, uova, olio di merluzzo (per quanto riguarda cibi di origine animale) e negli nelle verdure “arancioni” (dai pomodori alla zucca la scelta è ampia), meno ricchi gli ortaggi a foglia verde, a eccezion fatta per lattuga, asparagi, broccoli.

Questi alimenti, in realtà, non sono ricchi di vitamina A ma di retinoidi e caroteinoidi che il fegato trasforma in Vitamina A. Le funzioni della vitamina A sono molteplici: oltre ad andare a influire sul benessere di vista, pelle, capelli ha un importante ruolo nei processi di differenziazione cellulare. Una sua carenza può causare problemi agli occhi, anche permanenti.

Un sovraddosaggio è raro, capita però in relazione all’assunzione di alimenti che contengono molta vitamina A, quale il fegato, o a un eccessivo utilizzo di integratori alimentari (se vuoi saperne di più sugli integratori alimentari naturali clicca qui). Sopra i 300 mg infatti, diminuisce la capacità del nostro sistema epatico di immagazzinare la Vitamina.

photo credit: MGN Photo via photopin cc