Secondo uno studio appena stato pubblicato sulla rivista Pnas, è stato appena scoperto in Siberia un microrganismo gigante sepolto dal permafrost per 30mila anni da dei ricercatori francesi guidati da Chantal Albergel e Jean-Michel Claverie.

E’ stato chiamato Pithovirus, ovvero dal greco pithos: anfora donata dagli dei alla leggendaria Pandora, cui, secondo il mito, conteneva tutti i mali del mondo. Una volta aperta, Pandora riversò sull’intera umanità sciagure di ogni genere e si trattò della punizione voluta dagli dei a causa della disobbedienza di Prometeo, il quale aveva osato rubare il fuoco.

Questo virus infetta le amebe e non l’uomo, ma la sua presenza nel ghiaccio ha portato i ricercatori francesi a pensare che il permafrost possa contenere altri microrganismi nascosti, magari patogeni, che potranno essere a loro volta liberati a causa del riscaldamento globale. Tuttavia, non allarmatevi, perché le reti internazionali di sorveglianza, già viste entrare in campo per malattie come la SARS e il virus H7N7 (malattia aviaria) sono sul pezzo. Prendete questa notizia con tranquillità e anzi, anche con meraviglia, visto che è come se avessimo trovato Bigfoot nel Nord America.

photo credit: Piero… via photopin cc