L’epidemia dell’ebola continua ad allargarsi. Awa Marie Coll Seck, ministro della Salute del Senegal, ha confermato oggi a Dakar il primo caso di infezione del virus nel Paese. Il soggetto colpito dall’epidemia è un cittadino della Guinea: una volta accertati i sintomi, è stato messo in quarantena.

Nonostante l’incoraggiante notizia del siero Zmapp che avrebbe curato un medico e un’infermiera americani, l’Ebola continua ad espandersi. Secondo l’Oms, infatti, l’epidemia da virus di Ebola in Africa occidentale è “senza precedenti” soprattutto per l’elevato numero di medici e operatori sanitari colpiti (clicca qui per saperne di più).

Tonio Borg, portavoce del commissario Ue alla salute, rassicura però la popolazione dell’Europa: c’è un “basso rischio di essere contagiati nell’Unione europea ed è molto improbabile che il virus Ebola raggiunga l’Europa”. Finora il virus ha provocato complessivamente 1.552 morti e i casi registrati sono 3.069 casi. I Paesi coinvolti sono, oltre a Guinea e Senegal, Sierra Leone, Liberia e Nigeria.

photo credit: NIAID via photopin cc