Il fitness ha come obiettivo principale quello di trovare una buona forma fisica e uun buon equilibrio psico-fisico, attraverso una sana alimentazione e l’esercizio fisico.

Ma, quando il fitness diventa ossessivo, siamo in presenza di una vera e propria malattia: la vigoressia, chiamata anche complesso di Adone.

Si tratta di una malattia che colpisce in prevalenza gli uomini e che può avere delle gravi conseguenza sul fisico e sulla salute in generale. Ad essere maggiormente a rischio sono gli uomini tra i 25 e i 35 anni, ma stanno aumentando i casi tra i ragazzi più giovani (18/24 anni).

È una malattia che si manifesta come una continua insoddisfazione per l’aspetto del proprio corpo, che porta il soggetto a passare molte ore in palestra, soprattutto dedicandosi a esercizi di potenziamento muscolare, a fare una dieta iperproteica e anche a usare integratori o, nei casi più gravi, degli anabolizzanti.

Chi si ammala di vigoressia sono  solitamente soggetti che hanno una scarsa stima di se stessi e che sentono la necessità di assomigliare ai modelli che vengono proposti in televisione o dai giornali per essere accettati dalla società.

I danni che questa malattia può portare sono molteplici e possono portare a alterazioni del funzionamento renale, delle ossa e delle articolazioni e anche a casi di impotenza.