La ormai tristemente nota Krokodil, (ve ne avevamo già parlato qui) è arrivata, ahinoi, anche in Italia e per la precisione a Padova, dove è stata sequestrata la prima partita di cui si ha notizia: mezzo chilo di sostanza mischiata con barbiturici. Il pacchetto era custodito da una cameriera di un ristorante di lusso del centro storico della città.

La desomorfina, così viene chiamata in ambito medico la Krokodil, è una sostanza oppiacea inventata nel 1932 negli Stati Uniti derivante dalla morfina. Rispetto a quest’ultima ha effetti analgesici, circa 8-10 volte più potenti e venne commercializzata in Svizzera con il nome di Permonid. La desomorfina ha un inizio ed una durata d’azione più breve rispetto ad una dose equivalente di morfina ma con minor incidenza di nausea e depressione respiratoria.

Purtroppo però dal 2010 in Russia c’è stato un forte aumento nella sua produzione clandestina, probabilmente dovuta ad una sua relativa semplicità di sintesi a partire dalla codeina, che si ricava dallo iodio e dal fosforo rosso in un processo simile alla produzione della metanfetamina a partire dalla pseudoefedrina, anche se la sostanza che si ottiene con questa modalità è fortemente impura e contaminata da varie sostanze tossiche e corrosive.

In Russia, ma ora anche in altri Paesi come la Grecia (dove si stanno diffondendo anche la Thai e la Sisa), il “Krokodil” così chiamato per l’effetto dato dalla sostanza e dalle impurità in essa contenute che rendono rapidamente la pelle squamosa, è utilizzato come alternativa più economica rispetto all’eroina. Come mostra il video che vi proponiamo qui sotto, coloro che fanno uso di questa sostanza sintetica perde ogni controllo di sé e del proprio corpo.