Dopo il primo via libera al Viagra per donne, la Food and Drug Administration americana ha dato il lasciapassare definitivo alla pillola del desiderio in versione femminile. Il Viagra per le donne, prodotto dalla Sprout Pharmaceuticals nel North Carolina, sarà messo in commercio con il nome di Addyi e sarà venduto, dietro prescrizione medica, a partire dal prossimo 17 ottobre.

Il Viagra per donne – o Addyi – è in realtà un medicinale a base di filibanserina, che si prende prima del rapporto sessuale e che dovrebbe agire a livello cerebrale, andando a stimolare i neurotrasmettitori che provocano poi all’eccitazione, grazie all’innalzamento dei livelli di serotonina e dopamina.

Il Viagra per donne dovrebbe essere di aiuto a tutti quei soggetti di sesso femminile che subiscono un calo del desiderio oppure che avvertono un basso stimolo sessuale. Non si tratta però di un medicinale da prendere a cuor leggero: oltre al fatto che può essere acquistato solo presentando la ricetta medica, il Viagra per le donne comporta una serie di effetti e di rischi di cui la donna deve essere preventivamente informata prima di cominciare il trattamento (come tutti i medicinali e tutte le terapie farmacologiche che si rispettino, insomma). Fra le conseguenze che potrebbero esservi, ad esempio, figurano l’abbassamento della pressione oppure la perdita di coscienza.