Le vampate di calore, generalmente associate al periodo di perimenopausa della donna (quando il ciclo mestruale inizia ad essere irregolare, fino a sparire poi del tutto), consistono in improvvise sensazioni di calore che si avvertono su viso, collo e petto. Raramente sono la manifestazione di altre patologie (come ad esempio tumori) e più spesso sono la conseguenza di fluttuazioni ormonali e biochimiche, provocate da livelli in calo di estrogeni.

Vampate di calore: come si presentano

La sensazione di calore che si avverte improvvisamente tende ad essere accompagnata da sudorazione e può avere una durata che va da pochi secondi a diversi minuti. Spesso le vampate di calore sono seguite, oltre che dalla sudorazione, da arrossamento cutaneo e infine da sensazione di freddo. L’intensità delle vampate possono variare da soggetto a soggetto e da episodio a episodio ma possono essere controllate seguendo alcuni pratici consigli (ad esempio limitando il consumo di cibi piccanti e alcolici).

Vampate di calore: i sintomi

I sintomi più comuni che si avvertono quando sono in corso le vampate di calore sono:

  • improvvisa sensazione di calore sul petto, collo e viso
  • arrossamento cutaneo
  • accelerazione del battito cardiaco
  • sudorazione sulla parte superiore del corpo
  • sensazione di freddo finale

Vampate di calore: fattori di rischio

Le vampate di calore possono essere favorite dalla presenza di alcuni fattori di rischio, anche se ciò non vale per tutte le donne e per ogni singola situazione. Questi possono essere:

  • obesità
  • fumo
  • sedentarietà
  • etnia (sembra che le afroamericane ne siano più soggette rispetto a quelle asiatiche oppure europee)

Vampate di calore: rimedi naturali

Le vampate di calore possono essere controllate, limitate oppure sfavorite da alcuni rimedi naturali. Scopriamo quali sono quelli più efficaci: 

  • trifoglio rosso – un alleato prezioso contro le vampate di calore;
  • cura dell’alimentazione – evitando cibi grassi, troppo caldi e alcool;
  • cibi indispensabili – i lattici, in grado di fornire un adeguato apporto di calcio;
  • tisane – di camomilla, malva, biancospino oppure di melissa. Tutte molto utili contro sbalzi di umore e insonnia;
  • olio di semi di lino – ricco di lignani vegetali, molto simili agli estrogeni;
  • olio di primula della sera – ha un effetto rinfrescante sulla pelle e regola la produzione degli estrogeni;
  • tintura di centonchio – porzioni giornaliere aiutano a ridurre la il numero di vampate di calore sia la loro intensità