Il virus Ebola ha finalmente un nemico efficace in grado di contrastarlo del tutto. L’Organizzazione mondiale della sanità ha infatti giudicato efficace al 100 per cento un vaccino di origine canadese messo a punto per fermare la terribile malattia epidemica che ha colpito di recente alcuni Paesi africani situati nella parte più occidentale del continente.

Guinea, Sierra Leone e Liberia: sono stati soprattutto questi i territori colpiti dalla diffusione del virus Ebola. Nel corso dei quasi due anni in cui la patologia si è manifestata, oltre 28 mila persone sono state colpite e si sono ammalate e oltre 11 mila di esse hanno perso la vita. Numeri impressionanti, che hanno fatto di questa epidemia una delle peggiori in assoluto collegata all’Ebola e che hanno messo in ginocchio soprattutto la Guinea, dove si è tra l’altro manifestato il primo caso in assoluto (su un bambino di circa due anni).

Ricordiamo, poi, che ad essersi ammalati di Ebola sono stati anche alcuni cittadini stranieri (tra cui italiani) presenti in Africa oppure di ritorno dai Paesi colpiti dall’epidemia. Grazie alle misure di sicurezza prese nei soggetti ammalati che hanno fatto ritorno in patria, i medici e le autorità sono riusciti ad evitare che il virus si espandesse anche altrove.

Per fortuna l’epidemia è stata ufficialmente dichiarata finita lo scorso 14 gennaio 2016. E adesso si potrà contare anche sull’apporto del vaccino per contrastarla del tutto. Grazie alla sperimentazione, infatti, i ricercatori hanno constatato che nessuna delle seimila persone vaccinate in Guinea si è ammalata di Ebola, al contrario di ventitré persone che si sono ammalate perché non vaccinate.