Avere l’utero retroversoflesso significa che l’utero è rivolto verso il retto e non verso la vescica (utero antiversoflesso), come avviene nella maggior parte dei casi.

Il 30% delle donne ha un utero retroversoflesso, ma la diversa posizione dell’utero rispetto alla norma non intacca in alcun modo il suo funzionamento o la fertilità della donna stessa. Si tratta, molto semplicemente, di una disposizione fisiologica diversa rispetto a quella più comune, ma non deve suscitare preoccupazione nelle donne a cui viene diagnosticato un utero retroversoflesso.