Stando alle statistiche rilevate dall’Osservatorio Sanità UniSalute, nel corso degli ultimi dodici mesi oltre la metà degli italiani (per l’esattezza il 53%) ha razionalizzato le spese per la salute: il 38% si sottopone alle visite solamente quando indispensabili e il 15% effettua meno controlli a causa di problematiche di tipo economico. Una tendenza preoccupante, poiché trascurare la prevenzione può significare dover affrontare in seguito gravi complicazioni. L’iniziativa messa in campo da Unipol ha come obiettivo proprio il far fronte a questo tipo di emergenza.

Con il conto online a canone zero My Unipol, grazie alla partnership con UniSalute, è possibile attivare la formula My Unipol Salute dedicata alla cura e alla prevenzione, del tutto gratuita e affiancata al conto corrente. È un piano di servizi sanitari che rimborsa i ticket per le prestazioni di alta specializzazione, quelle che solitamente finiscono con l’incidere maggiormente sul bilancio familiare, ad esempio mammografie, risonanze magnetiche, scintigrafie e laserterapie.

Attivandola si ha accesso a tariffe agevolate, studiate per risparmiare sul costo delle prestazioni extraricovero, riducendo inoltre i tempi di attesa per visite specialistiche, accertamenti diagnostici o trattamenti fisioterapici presso le strutture convenzionate con UniSalute. Le prenotazioni possono essere effettuate online 24 ore su 24, anche mediante un’applicazione dedicata per smartphone e tablet. I servizi di prevenzione e consulenza medica, inoltre, sono finalizzati a migliorare lo stile di vita correggendo l’alimentazione e spronando a svolgere attività fisica per scongiurare l’insorgere di patologie cardiovascolari.

Aderire all’offerta My Unipol Salute non prevede il pagamento di alcun canone. È sufficiente canalizzare lo stipendio (oppure la pensione) sul conto corrente. In alternativa è possibile aprire un conto deposito o attivare un dossier titoli con saldo attivo. Si tratta dunque di una soluzione pensata per incontrare le esigenze di assistenza sanitaria delle famiglie, necessarie per tutelare la qualità della vita. Tutti i dettagli e l’informativa sono disponibili sulle pagine del sito ufficiale.

Publiredazionale