A basso contenuto di calorie, non scuoce e non contiene glutine. Pensata prevalentemente per i celiaci, la pasta preparata con farina di fagioli potrebbe rappresentare un’alternativa più salutare per chiunque non voglia rinunciare al “primo” durante un pasto. La magica ricetta, ancora in via sperimentale, arriva dall’Università Cattolica di Piacenza.

La classica pasta preparata con farina integrale ha un indice glicemico basso ed un contenuto calorico inferiore, rispetto a quella normale realizzata con farina bianca, e per questo motivo è notoriamente indicata nelle diete dimagranti. La pasta gluten-free elimina invece la proteina presente nel cereale che ha pur sempre un suo potere saziante e resta caratterizzata da rapido assorbimento e alto indice glicemico. Due fattori che non aiutano certo la perdita di peso.

L’innovativa pasta preparata con farina ottenuta da una miscela di vari tipi di fagiolo potrebbe invece risultare il miglior compromesso, per chi vuole evitare il glutine senza ritrovarsi ad aumentare di peso e per chi vuole seguire un regime alimentare appropriato senza rinunciare a nutrienti e gusto. I fagioli contengono oltretutto proteine come tutti i legumi, tanto da essere consumati al posto della carne da chi segue diete vegetariane più o meno rigide. I ricercatori di Piacenza parlano di “risultati molto promettenti” per un prodotto che “riduce notevolmente l’indice glicemico della pasta, senza però modificare le principali caratteristiche”.

A quanto pare, la pasta sperimentale creata con i fagioli resiste di più alla cottura, ha un buon profumo e un profumo molto gradevole. Il progetto di ricerca spiega che il prossimo passo consisterà nel “valutare definitivamente l’efficacia dimagrante di questi prodotti su persone affette da celiachia”. Come noto, il consumo esclusivo di alimenti senza glutine potrebbe generare problemi di linea e scatenare l’insorgenza di malattie metaboliche correlate all’obesità.