Chi soffre di ulcera deve seguire un’alimentazione specifica ed equilibrata. In questi casi, la dieta rappresenta infatti una vera e propria cura, da protrarre fino a totale regressione dei sintomi e, preferibilmente, anche oltre, così da prevenire eventuali recidive. E’ quindi essenziale evitare cibi troppo caldi o troppo freddi, come anche alimenti grassi, dolci e piccanti.

Si sconsiglia quindi di consumare latte intero, panna montata (o panna con più del 20% di grassi), latticini acidificati e formaggi speziati, troppo grassi (più del 45%) o erborinati; le carni grasse (come quella d’oca o d’anatra), la pelle del pollame e i salumi grassi ed affumicati; i pesci grassi (come anguilla, aringa e salmone), il pesce affumicato, in conserva e/o marinato; pane e prodotti da forno freschi; verdure difficilmente digeribili come cipolla, porro, peperoni, cetrioli e funghi, ma anche insalate condite con molto olio, maionese o salse grasse. E’ inoltre necessario evitare di mangiare frutta ancora acerba e limitare al massimo il consumo di dolci, zuccheri, bevande gassate, caffè e alcool.

Sono indicati, invece, gli alimenti delicati e poco calorici. Via libera dunque a verdure leggere, come zucchine, carote, piselli, fagiolini, finocchi, bietola, spinaci, cavolo e insalata verde. Bene anche lo yogurt, che inibisce la riproduzione del batterio Helicobacter pylori. Consentiti anche i cereali, mentre per condire si consiglia di utilizzare erbe aromatiche e aceto balsamico. In alternativa al caffè, è poi possibile consumare caffè d’orzo, mentre al posto di succhi di frutta confezionati si consiglia di preparare in casa centrifugati e frullati a base di mele, pere, banane e carote.

Molto importante risulta anche la preparazione dei piatti: tra le cotture, meglio stufare e cuocere al vapore, evitando invece le fritture. E’ poi consigliabile dividere le razioni giornaliere in 5 piccoli pasti: colazione, spuntino di metà mattina, pranzo, merenda e cena, evitando di saltare i pasti, come anche le abbuffate. È infine buona norma masticare lentamente e con molta cura il cibo.

Tra i vari alimenti consentiti in caso di ulcera, si raccomanda quindi il consumo di cavolo cappuccio e banane, in grado di rinforzare le pareti dello stomaco e favorire la cicatrizzazione dell’ulcera stessa.