Il frangitore a martelli è lo strumento preferito nei moderni impianti a ciclo continuo perché s’integra perfettamente con le esigenze di automazione dell’impianto. In sostanza è composto da una serie di dischi ruotanti dotati di spigoli vivi (martelli) con una velocità di rotazione di 1200-3000 giri al minuto, azionata da motori di 10-40 kW di potenza. Con questo sistema la rottura della polpa è causata dagli urti dei dispositivi ruotanti ad alta velocità e solo in parte dall’azione meccanica dei frammenti di nocciolo. La lavorazione si svolge in tempi brevissimi, nell’ordine dei secondi, e si presta ad un funzionamento a ciclo continuo con carico e scarico automatizzato. Lo spazio d’ingombro è dell’ordine di pochi metri quadri.

MOLITURA CLASSICA O FRANGITURA?
Entrambi i sistemi presentano vantaggi e svantaggi.

La molitura classica provoca un basso grado di emulsionamento perciò permette di ottenere rese qualitative e quantitative più elevate. La qualità inoltre è migliorata da un fruttato più intenso perché i tempi di lavorazione permettono un’azione più spinta degli enzimi. L’ossidazione della pasta d’olio per effetto dell’esposizione all’aria è un fenomeno negativo e può avere un’incidenza rilevante secondo il metodo d’estrazione usato, tuttavia se la molazza è integrata in un sistema a ciclo continuo o semicontinuo la qualità del prodotto è generalmente elevata.

La frangitura provoca un grado di emulsionamento spinto fra acqua e olio, pertanto offre rese quantitative più basse e rende indispensabile la gramolatura. La qualità del prodotto dipende in sostanza dalla temperatura adottata nella successiva gramolatura, rendendo necessario un compromesso fra resa del processo e qualità. I vantaggi consistono nella notevole capacità oraria di lavoro, nella integrale automazione del processo, nella perfetta integrazione in un impianto a ciclo continuo.

LA QUALITA’ DELL’OLIO
In sostanza il sistema classico si presta per la produzione di oli di altissima qualità il cui prezzo è in grado di remunerare i maggiori costi della lavorazione. Il sistema della frangitura è più adatto per la produzione di oli di qualità leggermente inferiore e per filiere basate sulla lavorazione in conto terzi.

Testo di Simone Coccato