Per “piante da appartamento” si intendono tutte quelle specie e cultivar selezionate nel corso degli anni per il valore estetico e le specifiche caratteristiche ambientali che necessitano per la sopravvivenza. In genere si tratta di piante di origine tropicale o semitropicale, abituate ad un clima caldo tutto l’anno e che quindi ben si adattano a vivere in ambiente domestico (Scopri qui tutti i consigli per coltivarle).

L’usanza di selezionare piante adattate a crescere in appartamento nasce in Europa nel XIX secolo, venendo tanto apprezzata che oggi quasi non esiste casa priva di almeno una piantina. In qualsiasi tipologia di abitazione è infatti possibile arricchire l’arredamento con l’inserimento di piante, apprezzate oltre che per il valore estetico, anche per le numerose funzioni benefiche che svolgono nei confronti dell’ambiente e delle persone che le circondano: dal purificare l’aria (alcune piante hanno la capacità di assorbire dal 50 al 90% delle sostanze inquinanti presenti nell’aria), a tenere sotto controllo il tasso di umidità, fino ad  un’azione anti-stress in favore dei proprietari di casa.

Ecco dunque di seguito i nomi delle più diffuse ed apprezzate piante da appartamento, dalla A alla Z:

  • Alocasia o orecchie d’elefante
  • Anthurium
  • Areca
  • Asparagina
  • Aspidistra
  • Begonia
  • Bromelia
  • Caladio
  • Calathea
  • Calle da appartamento
  • Ciclamino
  • Cimbidio
  • Cisso
  • Clivia
  • Clorophytum o Falangio
  • Colocasia
  • Dieffenbachia
  • Dracena
  • Dracaena sanderiana/ Lucky Bamboo
  • Edera comune
  • Euphorbia (Stella di Natale)
  • Ficus Benjamina
  • Ficus Elastica
  • Ficus Pumila
  • Filodendro
  • Fittonia
  • Gardenia
  • Gerbera
  • Hoya carnosa o fiore di cera
  • Kenzia
  • Monstera
  • Nertera granadensis
  • Nolina o pianta mangiafumo
  • Orchidee
  • Pachira
  • Papiro
  • Peperomia
  • Platycerium
  • Potos
  • Sansevieria
  • Schefflera
  • Singonio
  • Spatifillo
  • Tillandsia
  • Yucca
  • Zamia – Zamioculcas