Una nuova tecnologia Made in Italy potrebbe rivoluzionario il modo in cui vengono diagnosticati i tumori: grazie ai ricercatori della Silicon Biosystems di Bologna è stato messo a punto il DEPArray, uno strumento che permette di eseguire una biopsia digitale.

Lo stesso, infatti, andrebbe ad analizzare ogni singola cellula colpita dal tumore attraverso avvalendosi delle metodiche di sequenziamento del Dna di nuova generazione, andando poi a digitalizzare il campione.

Il DEPArray sarebbe stato ideato per studiare le cellule tumorali rare attraverso dei campioni di sangue, magli stessi studiosi hanno deciso di sperimentarlo anche su tumori solidi attraverso un test i cui risultati sono stati pubblicati su Scientific Reports: questi hanno svelato che in questo modo è possibile analizzare le alterazioni specifiche delle masse tumorali con una precisione maggiore, le quali sarebbero a rischio di “sottostima” a causa delle tipiche biopsie nelle quali viene fatto un mix tra cellule sane e tumorali.

Attraverso l’analisi digitale cellula per cellula DEPArray permette di esaminare in maniera più precisa e veritiera le caratteristiche genetiche: questo, in particolare, potrebbe aprire nuove strade verso una terapia più personalizzata a seconda del caso specifico. I ricercatori, inoltre, sperano di poter utilizzare questo strumento per riuscire a classificare i pazienti con più precisione e riuscire a curarli con farmaci sempre più specifici, riuscendo a valutare anche in maniera precisa la risposta del tumore agli stessi.