Sono 17 le sostanze da cui le donne devono tenersi alla larga per scongiurare il tumore al seno. È quanto afferma una ricerca pubblicata sulla rivista Environmental Health Perspectives con il patrocinio della Fondazione Avon per le Donne (scopri qui le iniziate legate al tumore al seno). L’obiettivo della ricerca è, infatti, facilitare la misurazione dei biomarkers che segnalano la presenza di anomalie nelle cellule (se vuoi saperne di più sulla prevenzione clicca qui).

Molte neoformazioni maligne sono causate da agenti presenti nell’ambiente in cui viviamo; le città, in particolare, sono ricche di queste sostanze che causano un rischio di esposizione chimica. Sappiamo già che il fumo, l’alcool, sono dannosi per l’organismo, ma questi elementi condividono con altre sostanze chimiche delle molecole che, com’è evidenziato nella ricerca, possono aiutare a  creare una mappa di tutte le sostanze cancerogene.

A causare il tumore al seno sono solventi chimici, quali i comuni detergenti casalinghi, il poliuretano (con cui vengono trattati i mobili), i fumi. È sconsigliato, come si legge nella pubblicazione, mangiare le parti bruciate dei cibi e mantenere l’ambiente domestico polveroso. Gli scienziati raccomandano, inoltre, di utilizzare un filtro al carbone per pulire l’acqua e limitare il più possibile l’esposizione ad agenti emessi dalle automobili onde evitare  la vicinanza con sostanze che causino il tumore al seno.

Foto by InfoPhoto