Kelly Logan, 34 anni, alla diagnosi di tumore al seno rifiuta i trattamenti tradizionali per curarsi con una dieta a base di erbe e verdure crude. Accade nell’Essex, nel Regno Unito, dove la giovane mamma riceve la notizia di un nodulo al seno, trasformatosi in soli cinque mesi in tumore maligno. I medici la informano che la migliori possibilità di sopravvivenza sono rappresentate da un intervento d’urgenza per asportarle l’intero seno, seguito da chemioterapia e radioterapia.

La diagnosi di cancro al seno in giovane età è straziante -  ha dichiarato Kelly – ma ero più pietrificata all’idea di sottopormi a chemioterapia che a quella di avere un cancro”. La giovane donna si è infatti sempre detta contraria a trattamenti invasivi come quelli chemioterapici : “Uno dei miei amici aveva il cancro – ha raccontato – ma è morto pur essendosi sottoposto a chemio. Inoltre il pensiero di perdere i capelli mi terrorizzava, non volevo apparire come un malato di cancro.”

Mi hanno detto che rifiutare le cure è un atto egoistico – spiega la donna – ma secondo me è il contrario. Io non voglio perdere il mio seno e poi se facessi la chemioterapia non avrei la forza per seguire i miei figli“.

La donna segue ora una dieta fatta al 90 per cento da verdura cruda e controlla la crescita del nodulo disegnando due puntini neri sul seno. Ovviamente medici e familiari cercano di convincerla a desistere dal suo intento e sottoporsi ai trattamenti, anche perché la massa è in continua crescita, ma lei ribatte: “Grazie al mio nuovo regime alimentare e all’esercizio fisico, ora mi sento più sana che mai”.”Non cerco una cura miracolosa, ma non voglio che il cancro cambi la mia vita quotidiana e nonostante quello che dicono i medici, continuerò con la mia dieta disintossicante“.