L’aspirina liquida potrebbe diventare l’arma migliore per combattere contro il tumore al cervello. Sembrano esserne convinti i ricercatori dell’Università di Portsmouth, in Inghilterra, che grazie ai loro studi pensano di poter fornire un’efficace risposta contro una delle forme tumorali più aggressive di tumore al cervello, il glioblastoma.

La ricetta messa a punto dai ricercatori consisterebbe in una speciale versione dell’aspirina liquida, che è stata definita IP1867B e che prevede due ingredienti aggiuntivi (che però i ricercatori non hanno voluto rivelare almeno per il momento). Il risultato così ottenuto sarebbe talmente efficace da superare persino quello che si potrebbe ottenere sottoponendosi a chemioterapia. Ovviamente si tratta di risultati ottenuti attraverso studi preliminari e tutto dovrà essere confermato in seguito da altri test di laboratorio e sperimentazioni.

La nuova formulazione di aspirina liquida che è stata creata in collaborazione con una start up di Manchester sarebbe in grado di attraversare la barriera del sangue nel cervello che serve per proteggerlo e a raggiungere così il cervello stesso per sconfiggere la massa tumorale presente. La maggior parte dei farmaci, infatti, non sarebbe in grado di ottenere tutto ciò agli stessi livelli in cui sarebbe in grado l’aspirina liquida.

Attualmente sembra esserci molta fiducia attorno a queste sperimentazioni: riuscire a trovare un’alternativa anche più valida della chemioterapia, per sconfiggere il tumore al cervello, potrebbe rappresentare davvero una bella notizia, soprattutto per coloro che si ritrovano a lottare contro il glioblastoma – una delle forme più aggressive come già ricordato.