Esiste un tipo di massaggio ancora poco conosciuto in Occidente, dal quale derivano tipi di massaggi più popolari, come il giapponese Shiatsu: si tratta del Tui Na (o Tuina), il massaggio “preistorico” cinese.

DA DOVE ARRIVA IL MASSAGGIO TUI NA
Le prime esperienze sul massaggio terapeutico, risalgono al periodo Neolitico, intorno al 2700 a.C.
I primi documenti scritti risalgono alla dinastia Shang (1500-1000 a.C. circa): si tratta di iscrizioni fatte su gusci di tartaruga, che parlano di una forma di massaggio praticata da sciamani (wu). Il massaggio acquisisce la propria indipendenza come disciplina a partire dalla dinastia Sui (581-618 d.C.). In questo periodo venne fondata un’Accademia imperiale di medicina, che distinse il massaggio dalle altre specializzazioni mediche. Con la dinastia Song (960-1279 d.C.) il Neoconfucianesimo domina la Cina.

IL MASSAGGIO COME SCIENZA MEDICA
Per i seguaci di Confucio, il corpo umano era visto come qualcosa di estraneo e non si poteva mostrare agli altri. Questa idea, rese difficile la pratica del massaggio, che subì un forte rallentamento con la conseguente soppressione da parte dell’Accademia imperiale di medicina. Sotto la dinastia Ming (1368-1644 d.C.) viene reintrodotto l’insegnamento del massaggio.

LA MEDICINA TRADIZIONALE CINESE (MTC)
Nel 1927, con l’avvento al potere del Partito nazionalista, l’insegnamento e la pratica della Medicina Tradizionale Cinese (MTC) venne vietato. Nel 1953 Mao Zedong istituisce una facoltà di MTC in ognuna delle ventisette provincie della Cina.
Dal 1960 viene sancito l’utilizzo del Tui Na in tutte le branche della MTC. Nel 1979 le facoltà di MTC ripristino le sezioni di massaggio cinese.
Nel 1987 nasce la prima Associazione medica nazionale di massaggio cinese.

CHE COS’E’ IL TUI NA
Il Tuina costituisce uno dei “sette rami” della MTC insieme ad agopuntura, moxa, dietetica, farmacoterapia, igiene sessuale e qigong. Agisce attraverso un’ampia varietà di metodi che permettono di regolare il flusso di sangue e di energia del corpo (Qi), che scorrono attraverso una fitta rete di canali (meridiani), principali e secondari, che attraversano tutto il corpo, alcuni più superficiali, altri più profondi. La normale circolazione del sangue e dell’energia si manifesta con la salute, vale a dire con l’equilibrio delle due forze, yin e yang, che indicano gli aspetti opposti e complementari di tutte le funzioni organiche presenti nel nostro organismo e in natura. Quando il sangue e l’energia non scorrono in maniera armoniosa si ha l’insorgere della malattia. Nella antica Cina il medico veniva pagato infatti, per mantenere in equilibrio queste due forze, e quindi in salute il paziente. Oggi ci rivolgiamo al medico, invece quando questo equilibrio è già compromesso e si ha l’insorgere della malattia.
Le azioni del massaggio cinese sono quelle di regolare l’attività del sistema nervoso, rafforzare le capacità di difesa del corpo, migliorare il nutrimento dei tessuti, la circolazione del sangue, l’elasticità delle articolazioni.

IN CHE COSA CONSISTE IL TUI NA
Il termine Tuina significa letteralmente Tui = spingere Na = afferrare. Dopo un’attenta diagnosi, fatta secondo i principi della MTC, da parte del terapista, questi decide di attuare una serie di manovre, prima in maniera leggera e poi sempre più in maniera profonda. Manovre , che vanno dallo sfioramento all’impastamento, dallo strofinamento alla percussione per terminare con movimenti passivi.

IN COSA SI DIFFERENZIA IL TUI NA DA ALTRE TERAPIE
Il terapista, in seguito alla diagnosi fatta, decide di trattare punti specifici di agopuntura, con la digitopressione, o con moxa o con coppette, per ristabilire l’equilibrio. Sono proprio il trattamento di questi punti, insieme alle manovre, che fanno del Tuina una massaggio unico.
Questi punti, infatti, sono differenti da individuo a individuo (anche se la patologia è la stessa). Questo perché la loro scelta è basata, su una personale diagnosi energetica, fatta dal terapista, durante il colloquio iniziale. Durante questo colloquio, vengono chieste, non soltanto informazioni riguardanti l’attuale patologia, ma le domande spazieranno a 360 gradi, interessando tutto il corpo. Per esempio, per una normale periartrite scapolo-omerale, vi verrà chiesto anche di dare informazioni sulla vostra digestione, sul sonno, sulla diuresi etc. Ecco perché il primo incontro dura circa un’ora e mezza.

LE TECNICHE DEL TUI NA
Il Tuina è composto da una serie di tecniche varie e complesse, il cui apprendimento deve avere una solida conoscenza di anatomia, fisiologia e biomeccanica dell’apparato locomotore e degli organi interni e di senso, oltre che delle teorie della MTC. Nel Tuina sono ugualmente importanti sia la teoria, che la pratica. Quando non si hanno risultati anche minimi, dopo la prima seduta, significa che la diagnosi iniziale non è corretta.

CHE COSA CURA IL MASSAGGIO TUI NA
Il Tuina è ampiamente utilizzato in caso di:
1) disturbi algici e funzionali dell’apparato locomotore,
2) disturbi gastrointestinali come stipsi, diarrea;
3) disturbi psichici come ansia e depressione;
4) disturbi dell’apparato respiratorio come tosse, riniti;
5) malattie ginecologiche;
6) malattie del sistema nervoso, come cefalea e recupero funzionale dopo ictus.

Purtroppo, in Italia, è ancora impensabile di rivolgersi a un terapista Tuina per una stipsi o per una gastrite. Lo si chiama, soprattutto per problemi ostoe-articolari. Può succedere però, che durante il colloquio iniziale, venendo a conoscenza di altri disturbi, il terapista decida d’intervenire anche su questi nuovi sintomi. Capiterà quindi di sentirsi dire, al successivo incontro, di avere “inspiegabilmente” trovato sollievo , per quel disturbo che lo tormentava da anni!

VANTAGGI DEL MASSAGGIO TUI NA RISPETTO AD ALTRE TERAPIE
Il Tuina ha molte caratteristiche che ne auspicherebbero la massima diffusione.

E’ economico. E’ un trattamento che non richiede alcuno strumento o attrezzatura particolare. Il suo apprendimento è relativamente semplice. Può essere applicato a vari livelli di approfondimento, ed essere applicato dai genitori per i disturbi dei bambini (Tuina Pediatrico) o imparato a livello amatoriale e personale. E’ chiaro che un impiego professionale richiede un maggiore studio. Dà risultati stabili e sicuri. Non ha praticamente effetti collaterali: se la diagnosi è corretta, se la scelta dei punti, dei canali e delle zone da trattare è esatta, i risultati sono sicuri e stabili. E’ importante sapere che la malattia e i sintomo possono migliorare, anche a distanza di mesi dalla fine del trattamento. Come tutte le terapie manuali, il Tuina, stimolando il sistema nervoso, può dare luogo a reazioni di eccitazione, anche se di solito il paziente avverte una sensazione di rilassatezza generale.

CONTROINDICAZIONI DEL MASSAGGIO TUI NA
Le controindicazioni sono poche:
1) stati febbrili, infezioni, tumori benigni e maligni;
2) infiammazioni dermatologiche allo stato acuto;
3) dermatosi infettive e ulcerose;

Si sconsiglia inoltre nelle donne in stato di gravidanza o durante il ciclo mestruale, e nei pazienti portatori di protesi metalliche.

Via http://www.massaggiotuina.com