I traumi sportivi possono essere superati anche con terapie alternative, quali la terapia nutrizionale e l’omeopatia.

TERAPIA NUTRIZIONALE

  • Bromelina:  Per le distorsioni articolari e dei legamenti, assumere 500 mg di bromelina (estratto di ananas), 3 volte al giorno a stomaco vuoto. Uno studio ha dimostrato che, assunta tempestivamente, la sostanza riduce ritenzione idrica e infiammazione.
  • Condoitrina e Glucosamina: Sono due componenti delle cartilagini, utili per la guarigione in caso di lesioni a legamenti, cartilagini e tendini. In uno studio del 1984, atleti con danno al menisco (cartilagine del ginocchio) hanno assunto 1500 mg di glucosamina solfato  al giorno per 40 giorni, e 750 mg al giorno per altri 100 giorni, e hanno riportato la completa guarigione o hanno potuto riprendere gli allenamenti.  In uno studio del 2003, persone con dolore continuo al ginocchio, dovuto forse a una lesione precedente, hanno riportato diminuzione del dolore e miglioramento funzionale assumendo 2000 mg di glucosamina  al giorno, per 8 settimane. Non esistono studi specifici sulla condoitrina solfato per i traumi sportivi, ma si ritiene che 1200 mg al giorno siano efficaci in molti casi.

Attenzione: consultare il medico prima di assumere bromelina con amoxicillina.

OMEOPATIA

Data la varietà delle lesioni sportive, i rimedi omeopatici indicati sono numerosi.

  • Arnica montana: In molti casi, è il rimedio più indicato. Lo si utilizza per lo sforzo muscolare e le abrasioni e, soprattutto quando si avvertono dolori vaghi in tutto il corpo, tanto da trovare duro anche il proprio letto.
  • Altri rimedi: il rimedio più indicato per l’entesite è Ruta graveolens, ma può essere necessario ricorrere anche a Bryonia alba e a Rhus toxicodendron. I soggetti che rispondono a Bryonia  avvertono dolore acuto in occasione di movimenti specifici, al punto di lasciare persino cadere l’oggetto che hanno in mano. I sintomi trovano sollievo con 1 sostegno solido, per esempio 1 fascia elastica. Bryonia  è indicata anche per sintomi analoghi al ginocchio (lesione tipica dei calciatori) che trovano sollievo con il sostegno. Rhus toxicodendron  è efficace per molte lesioni, quando si trova sollievo con il movimento.
  • Affinità tissutali: alcuni rimedi omeopatici hanno 1 affinità specifica con particolari tessuti. Per esempio, Symphitum è indicato per le fratture ossee, come quelle del metatarso, di cui sono spesso vittima calciatori e corridori. Ledum è indicato invece per i traumi oculari da punture.