Dopo il bagno e gli impacchi a base di torba, per intervenire in modo ancora più efficace contro la cellulite ormai di “vecchia data”, indurita e dolorosa al tatto e spesso peggiorata dalla ritenzione idrica, puoi puntare sui principi attivi di altri 2 rimedi dal sottobosco: l’olio essenziale di muschio quercino e le foglie di betulla.

GOMMAGE AL MUSCHIO QUERCINO

Per ottenere una pelle levigata e ridurre così i cuscinetti adiposi puoi applicare, una volta a settimana, il gommage con il sale marino e olio essenziale di muschio quercino. Questo olio naturale, estratto dal muschio che avvolge il tronco della quercia, ha proprietà anti edemi ed emollienti in grado di ammorbidire la cute e favorirne il rinnovamento. Con un effetto lifting naturale visibile fin dalle prime applicazioni!

Fai così: miscela in una ciotola di vetro 1 pugno di sale marino integrale grosso, 1 pugno di sale fino, 1 cucchiaio d’olio di mandorle dolci e 1 d’olio di jojoba. Amalgama bene tutti gli ingredienti e aggiungi 4 gocce di olio essenziale di muschio quercino. Procedi applicando il composto sulle zone del corpo dove è presente la cellulite e massaggiando con delicati movimenti circolari. Sciacqua con 1 doccia tiepida.

BEVANDA DRENANTE A BASE DI BETULLA

La betulla è una delle piante più utilizzate nella cura del corpo, soprattutto come ingrediente-base in molti trattamenti anticellulite. In particolare, le sue foglie contengono principi attivi dal potere diuretico e drenante, capaci di stimolare la diuresi ed eliminazione di scorie e tossine accumulate nell’organismo.

Fai così: procurati 5 g di foglie secche di betulla e mettile in infusione in 1 tazza d’acqua bollente per circa 10 minuti. Filtra bene, aggiungi se vuoi 1 cucchiaino di miele e bevilo caldo poco prima di andare a dormire.