La clinica oculistica dell’ospedale San Giovanni di Dio di Cagliari ha effettuato il primo trapianto agli occhi di epitelio pigmentato. Un’operazione che ha portato l’Azienda ospedaliera universitaria della città sarda a livelli di avanguardia mai registrati prima in fatto di tecniche chirurgiche. Ad essere operata è stata una paziente di 78 anni, destinata, molto probabilmente, a perdere del tutto la vista se non si fosse intervenuti in tempo con questo trapianto agli occhi.

Si tratta del primo caso in Sardegna: mai prima di ora si era eseguito un intervento chirurgico per il trapianto agli occhi di epitelio pigmentato. In Europa si registrano però diverse esperienze ad Amsterdam, Londra e Rotterdam. In Italia, un altro intervento chirurgico di questo tipo era stato effettuato nella città di Verona.

Trapianto agli occhi: l’intervento

L’intervento agli occhi della pazienta è stato eseguito dall’équipe medica del dottor Marco Mura, che l’ha portato a termine in circa due ore, e di Enrico Peiretti, responsabile del Centro retina medica dell’ospedale San Giovanni di Dio. Il trapianto agli occhi di epitelio pigmentato è destinato a pazienti che soffrano di maculopatia retinica atrofica, una patologia della retina che solitamente colpisce il soggetto adulto in età avanzata e che costituisce la causa più comune al mondo di cecità acquisita. Il trapianto agli occhi resta l’unica soluzione da provare quando la malattia non risponde più alla terapia farmacologica.