La toxoplasmosi è una malattia che può essere trasmessa all’uomo mediante il contatto con animali, in particolar modo i gatti e con cibo infetti (carne suina e ovina cruda). Il toxoplasma gondii è un parassita, il cui ospite definitivo è il gatto, mentre gli ospiti intermedi possono essere mosche, vermi, uccelli, altri animali a sangue caldo e l’essere umano. Il pericolo sta nelle feci del gatto, dove si trovano le cisti del parassita.

SINTOMI

Nella maggior parte dei casi compaiono a partire da 1 settimana ad 1 mese dopo il contagio e, se contratta da persone immunocompetenti è del tutto asintomatica e viene fermata dal sistema immunitario. Nei soggetti immunodepressi i sintomi sono numerosi, data la sua capacità di colpire reni, ossa, polmoni, fegato, occhi e sistema nervoso. Ecco i sintomi più comuni:

  • febbre non elevata;
  • anoressia;
  • esantemi;
  • astenia.

Fate molta attenzione al pericolo della toxoplasmosi in gravidanza, leggete perché in questo articolo dettagliato.

COME PREVENIRLA

  • lavare bene le verdure;
  • utilizzare i guanti quando si pulisce la lettiera del gatto;
  • consumare carni cotte;
  • lavarsi le mani dopo aver toccato la carne cruda o dopo aver toccato la terra;
  • evitare di alimentare il gatto con carne cruda;
  • cambiare frequentemente la lettiera del gatto (una volta al giorno).

photo credit: Jeronimo Schreyer via photopin cc