Comunemente detto formaggio di soia, il tofu è un alimento 100% vegetale, ottenuto dalla lavorazione dei semi di soia gialla. Completamente privo di colesterolo, ha inoltre il vantaggio di contenere una percentuale di grassi nettamente inferiore rispetto al formaggio tradizionale.

Molto apprezzato da chi segue un regime alimentare di tipo vegano o vegetariano, il tofu apporta dalle 70 alle 130 calorie ogni 100 grammi di prodotto, garantendo al contempo un ottimo apporto di vitamine (tra cui vitamina D, B1, B2 e B3), sali minerali (come calcio, ferro, fosforo, potassio e magnesio), aminoacidi essenziali, grassi polinsaturi (Omega 3 e Omega 6) ed antiossidanti. Non contiene invece lattosio né glutine, ed è quindi adatto a chi soffre di intolleranze alimentari, mentre il suo basso indice glicemico lo rende un alimento indicato per i diabetici.

Se consumato in alternativa alle proteine animali, il tofu aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, riducendo in rischio di arteriosclerosi e malattie cardiache. Tra le sue numerose proprietà, ricordiamo quindi la capacità di accrescere la densità minerale ossea, prevenendo l’ osteoporosi, nonché quella di alleviare i disturbi derivanti da menopausa e sindrome premestruale (grazie alla presenza di fitoestrogeni). Da più parti considerato un elisir di lunga vita, il tofu esercita poi un’ azione protettiva sul sistema immunitario, possiede proprietà antitumorali (specie nei confronti di quei tumori detti ‘ormonodipendenti’) e risulta efficace nel prevenire ed alleviare i sintomi derivanti da asma e artrite.

Il consumo del tofu è invece controindicato in caso di allergia alla soia e per coloro che assumono medicinali finalizzati a regolare l’ attività della tiroide. Si consiglia inoltre di consumare solo tofu derivante da soia bio, in modo da evitare prodotti preparati con OGM. Per quanto riguarda infine la gravidanza e il periodo dell’ allattamento, sarebbe consigliabile rivolgersi ad un nutrizionista e non eccedere nel consumo di prodotti contenenti soia.