Difficilmente si riesce a fare a meno dei dispositivi mobili, anche se siamo in vacanza rilassarci sotto l’ombrellone.

Secondo una recente indagine, il 42,44% degli italiani utilizza tablet e smartphone anche in spiaggia per almeno 2 ore al giorno. Questa mania italiana, però, oltre a impedirci di staccare completamente la spina e rilassarci, può portare anche a delle conseguenze al nostro fisico.

L’utilizzo continuo di questo tipo di dispositivi, infatti, porta ad assumere una postura sbagliata del corpo che mette sotto stress il collo, le spalle e i polsi.

Le persone che utilizzano tablet o smartphone per diverse ore al giorno senza mai fermarsi – avverte  Antonio Bortone, presidente dell’Associazione italiana fisioterapisti (Aifi) – spesso assumono anche una postura sbagliata per tenere il dispositivo con una mano o sulle gambe, con in più una flessione esagerata del capo. E queste alterazioni della colonna provocano con il tempo lordosi cervicale e cervicalgia.

I sintomi principali di tendiniti o del tunnel carpale sono un iniziale formicolio delle mani, a cui fa seguito un forte affaticamento degli arti superiori. Se non si prendono in considerazione questi sintomi la conseguenza principale sono delle forti fitte di dolore, date dalle contratture muscolari, che indicano, però, che lo stato di infiammazione è già ad uno stadio avanzato.