Quando il cuore tende a battere troppo forte e velocemente – le cosiddette palpitazioni – siamo in presenza di una tachicardia. Quest’ultima può essere normale nel corso e alla fine dell’attività fisica, quando si provano emozioni forti o quando si fa una piccola corsa o si cammina più in fretta del solito. Altre volte, invece, la tachicardia può essere il sintomo di altri disturbi e in questo caso occorrerebbe sempre il parere di u medico.

Combattere la tachicardia: le varie tipologie

In linea generale, possiamo affermare di essere in presenza di tachicardia quando i battiti del cuore superano il numero di cento-centoventi al minuto. La tachicardia si classifica in:

  • sinusale, che è la forma meno grave, solitamente collegata ad un’attività che ha richiesto il compimento di uno sforzo ma che può essere collegata anche a cause diverse come stress, febbre, scompensi del metabolismo, ipertiroidismo oppure anemia;
  • parossistica, solitamente legata alla conduzione elettrica del cuore e forma molto più grave.

La tachicardia si può manifestare attraverso episodi sporadici oppure più frequenti e ne esiste una tipologia tipica della gravidanza, generalmente legata ai cambiamenti ormonali che la donna subisce nel corso della gestazione.

Combattere la tachicardia: le cause

Le cause che portano la tachicardia possono essere molteplici e avere natura del tutto diversa. Fra le più comuni vi sono:

  • ansia
  • stress
  • forte emozioni
  • attività fisica
  • anemia
  • ipoglicemia
  • febbre
  • disidratazione
  • farmaci (decongestionanti e inalatori per l’asma ad esempio)
  • disturbi cardiaci

Combattere la tachicardia: i rimedi naturali

Per tenere a bada gli episodi di tachicardia sporadici o comunque legati a situazioni che non dovrebbero provocare allarmismo (ricordiamo che tutte le situazioni anomale devono essere prontamente segnalate ad un medico, che possa accertarne le cause e dare cura adeguata), si può ricorrere ad una serie di rimedi naturali che possono aiutare ad alleviare i sintomi o a prevenirli. Fra i più efficaci si possono provare:

  • esercizi di respirazione
  • esercizi di meditazione oppure di rilassamento
  • curare l’alimentazione e privilegiare cibi come i cereali, frutta e verdura; per contro è bene limitare sostanze come caffeina, alcool e nicotina
  • bere infusi in grado di sedare l’ansia e di calmare; scegliete tra camomilla, melissa, valeriana, passiflora o biancospino
  • i fiori di Bach, in grado di rimuovere la negatività degli stati d’animo
  • l’acqua distillata con fiori di mandarino ha proprietà antispasmodiche
  • mettere alcune foglie di lattuga in un litro di acqua bollente e poi procedere con il coprirle, filtrarle e berne 3 tazze al giorno
  • preparare un tè con fiori secchi di caprifoglio e farlo bollire per dieci minuti. Si può prendere due volte al giorno