I ricercatori dell’ospedale Mount Sinai di New York avrebbero scoperto quelli che sono stati definiti i Supereroi del Dna, ossia quegli individui che pur avendo presentato mutazioni genetiche legate anche a patologie piuttosto importi, sono del tutto sani. Un caso eclatante riguarda coloro che hanno mutazioni legate alla fibrosi cistica ma nonostante ciò non soffrono di questa malattia.

Si tratta di soggetti piuttosto rari da riscontrare: i ricercatori li avrebbero definiti Supereroi del Dna proprio perché difficili da trovare. Si calcola che solo tredici individui su oltre un milione e mezzo avrebbero tale caratteristica. I ricercatori sarebbero particolarmente interessati a loro perché vorrebbero scoprire qual è il meccanismo che sta alla base del fatto che tali soggetti, pur presentando mutazioni genetiche legate a patologie importanti, siano poi perfettamente sani. Aver identificato alcuni di questi soggetti sembra però essere già un passo assai importante perché potrebbe spalancare le porte ad altre possibilità di ricerca ulteriori.

Dato che fino a questo momento sarebbe stato preso in considerazione il Dna di coloro che avevano i sintomi di talune patologie e dei loro familiari, i ricercatori si aspettano che tali soggetti, in realtà, possano essere assai più numerosi di quanto si sia scoperto fino a questo momento. Per questo motivo, il prossimo passo sarà quello di effettuare una sorta di ricerca a tappeto che possa condurre ad ulteriori risultati.