Il succo di limone porta con sé tutti i benefici tipici di questo agrume assai prezioso, che in diversi casi può rappresentare un vero e proprio rimedio naturale dal tocco magico. Per tale motivo andiamo a scoprire tutte le proprietà che il succo di limone può vantare di possedere ma anche le eventuali controindicazioni del suo uso o abuso.

Succo di limone: tutte le proprietà

Le proprietà benefiche del limone e del suo succo sono legate soprattutto ad alcune sostanze che esso contiene. Ci si riferisce, più nel dettaglio, alla vitamina C ma anche all’acido citrico, al pinene e al limonene. La vitamina C ha proprietà antiossidanti e antitumorali, serve per prevenire lo scorbuto, combatte i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare, aiuta a fissare il ferro, aiuta a preservare contro le malattie degenerative. La vitamina C fa sì che si possano combattere anche le manifestazioni emorragiche che possono manifestarsi nel caso in cui vi sia una carenza di vitamine. Per quanto riguarda invece il limonene, questo contiene vitamine A, B, PP ma anche zuccheri, rame, calcio, fosforo e manganese.

Oltre a queste, il succo di limone possiede in sé ottime proprietà depurative e disintossicanti e permette inoltre di combattere l’acidità gastrica e la cattiva digestione. Utile rimedio naturale contro la nausea, il succo di limone viene impiegato anche contro mal di stomaco e meteorismo e pare che contribuisca anche a combattere livelli di colesterolo troppo alti.

Infine, il succo di limone può essere altresì impiegato efficacemente per via delle sue proprietà antimicrobiche e antibatteriche e può aiutare a trattare le affezione della cute.

Succo di limone: eventuali controindicazioni

Il succo di limone non presenta particolari controindicazioni e contrariamente a quanto si pensi, non favorisce l’acidità gastrica ma bensì contribuisce a combatterla. L’unica eventuale controindicazione sembra essere quella che riguarda il consumo frequente di succo di limone da parte di chi soffre di gravi insufficienze epatiche, iperacidità gastrica cronica e in generale tutte quelle patologie che impediscono all’organismo di trasformare l’acido citrico nel corso della digestione.