Il termine “stress” indica semplicemente la scarica adrenalinica che attiva la risposta a uno stimolo. Quando diventa uno stile di vita e si manifesta in maniera ricorrente, costringendo la persona a vivere costantemente in uno stato ansioso, lo stress agisce sulle cellule del sistema nervoso centrale arrivando a deformare le aree dove i pensieri e le emozioni vengono elaborati e trasformati in energia. Ma se il cervello altera la trasmissione degli impulsi neuronali e blocca l’energia vitale, essa inizia a ristagnare provocando disagio, sofferenza, stanchezza e infelicità. Tra i sintomi principali troviamo ansia, depressione, difficoltà di digestione, palpitazioni, dolore e indolenzimento ai muscoli, mal di testa. Inoltre, lo stress può provocare o aggravare disturbi fisici o psichici.

CHE FARE IN CASO DI STRESS

Se vi sentite stressati e stanchi, non fermatevi e non mettetevi a dormire: il sonno e l’inattività sono solo degli anestetici che fissano ancora di più lo stress e la stanchezza. Il segreto sta tutto nella capacità di ritrovarsi: è opportuno non fare progetti a lunga scadenza, ma ogni giorno lasciate spazio alla creatività. Ogni tanto, al posto di affannarvi per trovare una soluzione che non appare immediata, è meglio lasciare il problema in sospeso e dedicarsi ad altro.

RIMEDI ERBORISTICI

La passiflora rilassa e favorisce un sonno ristoratore; assume 20 gocce di tintura madre 2 volte al giorno, per uno o due mesi. Ripetete il ciclo 2-3 volte l’anno.

La betula verrucosa è particolarmente indicata quando lo stress provoca ritenzione e senso di affaticamento mentale: assumetene 50 gocce del macerato glicerico in un po’ d’acqua per tre volte al giorno, 15 minuti prima dei pasti principali. Continuate il trattamento per un mese e ripetete il ciclo 2-3 volte l’anno.

Quercus robur è utile soprattutto per gli anziani, in caso di astenia sessuale e invecchiamento precoce; assumete 50 gocce del macerato glicerico in un po’ d’acqua per tre volte al giorno, 15 minuti prima dei pasti principali. Continuate per un mese e ripetete il ciclo 2-3 volte all’anno. Non utilizzate questo macerato in caso di ipertensione.

Assumete una compressa di estratto secco di Gynostemma pentaphyllum al giorno se volete aiutarvi ad adattarvi nel migliore dei modi alle situazioni stressanti. Se lo stress provoca anche insonnia, assumete 1-2 capsule di estratto secco di escolzia alle 18 e 1-2 capsule mezzora prima di andare a dormire.

RIMEDI OMEOPATICI

  • Coffea 30CH se lo stress si presenta con insonnia collegata all’incapacità di rilassarsi e alla presenza di troppi pensieri nella testa. Si suggerisce di prendere una monodose un’ora prima di coricarsi per 10 notti.
  • Lycopodium se lo stress si manifesta insieme a uno stato ansioso associato principalmente alla perdita di fiducia in se stessi e all’insonnia.
  • Nux vomica in tutte quelle situazioni in cui lo stress si manifesta insieme a stati di forte irritabilità, rabbia e nervosismo generale verso tutto e tutti.
  • Phosphorus se l’ansia viene alleviata dalle rassicurazioni.
  • Spigelia 7CH in caso di emicrania da stress che compare generalmente al mattino e migliora la sera. Assumere 3-4 granuli, 2 volte al giorno, fino al miglioramento.

Salvo differente indicazione si consiglia di assumere il rimedio prescritto alla 6CH, nella dose di 3 granuli per 2 volte al giorno, per un ciclo di un mese.

AROMATERAPIA

Quando il cervello è stimolato da un aroma, le terminazioni nervose poste nel naso inviano un messaggio al sistema limbico che gestisce memoria ed emozioni, poi all’ipotalamo, che regola il sistema ormonale: alcune essenze producono infatti un effetto non trascurabile sull’equilibrio psicofisico, capace di alleviare l’ansia, la tristezza e gli effetti dello stress.

Numerosi oli essenziali hanno proprietà tonificanti sulle ghiandole endocrine, in modo specifico sulle surrenali, che sono particolarmente sollecitate in caso di stress. Tra questi: arancio amaro, arancio dolce, basilico, camomilla, geranio, incenso, lavanda, maggiorana, mandarino, menta, mirra, neroli, salvia, ylang ylang.

Quando ci si sente stressati, aggiungete 5 gocce di un olio essenziale scelto tra quelli indicati a 15 ml di olio di mandorle dolci e massaggiate la pelle, oppure aggiungetene 10-15 gocce all’acqua del bagno. In alternativa, ponete alcune gocce di uno degli oli essenziali indicati in un erogatore di essenze per ambiente, per ottenere un ottimo effetto rilassante.

[Attenzione: I rimedi naturali e omeopatici indicati in questi articoli non sono da intendersi come cure medicinali: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]