La stitichezza in gravidanza è un problema che affligge moltissime future mamme. Il principale responsabile è certamente da individuarsi nel progesterone, ormone deputato a inibire le contrazioni della muscolatura liscia della parete uterina e quindi prodotto in gran quantità durante tutta la gravidanza. La sua azione rilassante sulle fibre muscolari si riflette tuttavia anche sull’apparato digerente, con conseguente riduzione della peristalsi intestinale, ovvero di quelle contrazioni involontarie che hanno il compito di spingere le feci verso il basso. Con il progredire della gravidanza, il problema viene poi aggravato dalla riduzione dell’attività fisica e dal sempre maggiore peso dell’utero, che comprime l’apparato gastrointestinale rallentando l’intero processo digestivo. Altro fattore che concorre a rendere la stitichezza in gravidanza così frequente è infine l’aumentata capacità dell’intestino di assorbire acqua: durante la gestazione, infatti, il fabbisogno di liquidi aumenta, così che l’organismo tende a trattenerne il più possibile, con la conseguente formazione di feci dure e compatte, il cui transito risulta ancor più difficoltoso.

Il rimedio più efficace per combattere la stitichezza in gravidanza risulta quindi un’aumentata assunzione di liquidi. Si consiglia di bere almeno 2 litri di acqua al giorno, ma anche succhi di frutta naturali (ricchi di vitamine), infusi e tisane. Via libera inoltre a brodi, minestre e passati di verdura, che contribuiscono a mantenere le feci morbide.

Un grandissimo aiuto contro la stitichezza proviene poi da un’adeguata alimentazione: cercate di seguire una dieta ricca di fibre, frutta, verdura, legumi e cereali integrali. In particolare, alleati della regolarità intestinale risultano frutta e verdura cotte, prugne,  fichi secchi, kiwi ben maturi, yogurt e bevande che contengono fermenti lattici vivi, in grado di riequilibrare la flora intestinale.

Ricordate infine di praticare regolare attività fisica: potete chiedete consiglio al ginecologo e farvi così suggerire gli sport più indicati per la gravidanza, ma molto efficaci risultano anche delle semplici passeggiate quotidiane, che tonificano la muscolatura addominale favorendo la peristalsi intestinale e al contempo favoriscono il ritorno del sangue venoso al cuore, riducendo il rischio di disturbi quali vene varicose ed emorroidi.

Altri consigli utili consistono nel frazionare i pasti in tanti piccoli spuntini, mangiare con calma, masticando a lungo ogni boccone ed evitare di coricarsi subito dopo mangiato.