Lo sport rende tutti più intelligenti. Non è una legenda metropolitana, ma una verità scientificamente testata: sulla rivista Cell Metabolism è stata recentemente pubblicata una ricerca diretta da Bruce Spiegelman del Dana-Farber Cancer Institute e Harvard Medical School di Boston.

Secondo questo studio, infatti, l’attività fisica fa bene alla mente grazie alla sintesi di una molecola neuroprotettiva che potenzia le funzioni cognitive: una molecola chiamata ‘irisina’, che viene prodotta quando facciamo sport e che potrebbe spiegare perché l’esercizio fisico migliora le funzioni cognitive, l’apprendimento e la memoria.

Studiando alcune cavie animali gli esperti si sono accorti che durante l’esercizio fisico, nel loro sangue e nel loro cervello aumenta la concentrazione di irisina e che questa a sua volta stimola l’aumento nel cervello di un fattore importante per memoria e apprendimento: il neurotrofico BDNF. Inoltre hanno visto che quest’ultimo si riduce notevolmente diminuendo sperimentalmente l’irisina.

Scoperta decisamente non fine a se stessa perché l’irisina potrebbe essere in futuro applicata nelle cure di malattie neurodegenerative e  per migliorare la cognizione negli anziani.

photo credit: Adrien Sifre Photography via photopin cc