La menopausa è un fenomeno fisiologico che consiste nell’interruzione dell’attività delle ovaie e, quindi, del periodo fertile della donna. Anche se non è una malattia, può comportare disturbi più o meno gravi. In fase di menopausa vi è l’arresto dei flussi mestruali. Inoltre si possono presentare vampate di calore (sindrome vasomotoria); gambe pesanti; varici; pressione alta; disturbi genitali; mal di testa; difficoltà di gestire; palpitazioni; stanchezza; unghie e capelli fragili. Tra i disturbi psicologici si possono presentare anomalie del comportamento con instabilità emotiva, aggressività; depressione; crisi d’ansia o d’angoscia; insonnia. Aumenta il rischio di osteoporosi e si può tendere a ingrassare. Ecco perché è utile prendere una serie di precauzioni per poter affrontare al meglio il sovrappeso da menopausa e tornare in linea in modo naturale.

Che fare quando arriva la menopausa?

In caso di vampate fate esercizio fisico regolare, imparate a rilassarvi, vestitevi a strati, indossate abiti realizzati con fibre naturali, bevete molto durante la giornata e fate piccoli pasti. Prima di andare a dormire, bevete un bicchiere di acqua tiepida con un pizzico di sale marino integrale: previene la stitichezza tipica della menopausa.

Aiuti erboristici per la menopausa

Per i sintomi della menopausa è indicato l’uso di salvia (sono utili anche finocchio selvatico e cimicifuga): 2 cucchiaini in 1 tazza di acqua bollente; lasciate riposare per 5 minuti, quindi filtrate; bevetene 2-3 tazze al giorno. In alternativa, potete assumere l’estratto secco di agnocasto: 1 compressa al mattino al risveglio e una nel tardo pomeriggio a stomaco vuoto (40 mg di estratto al giorno).

Il luppolo contiene sostanze dotate di azione estrogeno-simile ed è ricco di acido ortosilicico. È pertanto un rimedio utile per contrastare i sintomi della menopausa, soprattutto se abbinato all’olio di borragine e all’olio di enotera (1 perla per ognuno). Se ne assumono 40 gocce di tintura madre, in poca acqua, al giorno.

Per le gambe pesanti, è utile un mix di erbe che favorisca le fisiologiche funzioni del microcircolo e riequilibrio dei liquidi che, se alterati, possono manifestarsi con sensazione di pesantezza e gonfiore delle gambe. Un mix ideale è costituito da centella, pungitopo, mirtillo nero e gingko biloba. Miscelate una uguale quantità delle tinture madri delle erbe indicate e assumete 20 gocce della mistura 3 volte al dì, per almeno 3 mesi consecutivi.

Integratori

  • Isoflavoni del trifoglio rosso, 40 mg al giorno. Sono utili come alternativa alle terapie ormonali.
  • Magnesio, 1 compressa al giorno. Combatte l’ansia e la depressione che possono comparire durante la menopausa.
  • Vitamina E, 1-2 perle al giorno. Contrasta l’invecchiamento.
  • Vitamina C, 1-2 compresse al giorno. Riduce l’invecchiamento e migliora la circolazione.
  • Zinco-rame, 1 fiala, tutti i giorni, per un ciclo di almeno 3 mesi, ripetibile al bisogno. Come regolatore dell’asse ipofiso-genitale.
  • Fluoro, 1 fiala, tutti i giorni, per un ciclo di almeno 3 mesi, ripetibile al bisogno. Stimola gli osteoblasti e fa produrre tessuto osseo.
  • Fosforo, 1 fiala, tutti i giorni, per un ciclo di almeno 3 mesi, ripetibile al bisogno. Serve come antispasmodico.
  • Litio, 1 fiala, tutti i giorni, per un ciclo di almeno 3 mesi, ripetibile al bisogno. È antidepressivo.

Omeopatia

Per le vampate al viso con palpitazioni e i piedi freddi, usate Lachesis 7CH; 5 granuli sotto la lingua per periodi di 1 mese e più. Per vampate in tutto il corpo con palpitazioni e sudorazione, soprattutto di notte, usate Graphites  5CH; 5 granuli sotto la lingua per periodi di 1 mese e più. Per vampate violente al viso e alla testa, rossore al viso e sensazione di pulsazioni sul collo, è indicato Melilotus 5CH; 3 granuli sotto la lingua 2 volte al giorno.

RIMEDI PER IL SOVRAPPESO DA MENOPAUSA

La betulla risulta utile per favorire la fisiologica eliminazione dei liquidi in eccesso. Si consiglia l’assunzione di 2-3 compresse al giorno (per 1 totale di 675 mg) a stomaco vuoto. Al mattino, al risveglio e a metà pomeriggio. L’alga marina è indicata per il suo contenuto di iodio, un micronutriente che stimola il metabolismo. Se ne assumono 2 compresse (200 mg al giorno) 2 volte al giorno. L’ortosifon  favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso. Se ne assumono 3 capsule (circa 450 mg luna) al giorno. La pilosella aiuta a combattere la ritenzione di liquidi. Se ne assumono 3 compresse (50 mg di estratto secco l’una) 2 volte al giorno. Il tè verde favorisce l’utilizzo dei depositi adiposi a fini energetici. Assumetene 2 compresse la mattina al risveglio e 1 compressa nel tardo pomeriggio, a stomaco vuoto (per un totale di 750 mg al giorno).

Scegliete il rimedio naturale più adatto al vostro caso e assumetelo come indicato.

[Attenzione: I rimedi naturali e omeopatici indicati in questi articoli non sono da intendersi come cure medicinali: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]