Ridere fa bene, e anche nelle situazioni più difficili è bene provare a non farsi sopraffare dalla tristezza e provare ad abbozzare un sorriso, e noi italiani, a quanto pare, siamo particolarmente capaci di combattere le avversità a 32 denti.

Da una recente ricerca svolta dall’Osservatorio sull’Igiene Orale di AZ e Oral-B, infatti,  risulta che il 63% degli italiani sorride tutti i giorni; per i giovani la percentuale sale addirittura al 77% e l’identikit di chi sorride di più è molto evidente: solitamente si tratta di uomini di classe socio-economica medio-alta, trentenni, laureati ma ancora a casa con i genitori.

Ma quali sono le cose che ci fanno sorridere di più? Nelle prime tre posizioni i complimenti (38,2%), le tenerezze (36,7%) e le battute di spirito (34,7%). A seguire i gesti di cortesia (33,7%) e le chiacchiere in confidenza (34%). Situazioni di felicità molto importanti che mettono in luce il desiderio di spontaneità da vivere nel quotidiano.

Fondamentali per alleggerire la giornata dal lavoro, lo studio, e i tanti impegni anche i Social Network che regalano sorrisi soprattutto agli intervistati più giovani (19% tra 19-29 anni).

Ed ecco gli ingredienti più importanti nella “ricetta del sorriso”: la salute per l’81% degli intervistati, una famiglia affettuosa (76,3%) e un lavoro soddisfacente (54,7%). Ci sono poi il benessere economico, la cultura e il sapere e, infine la fede religiosa, un hobby personale e il fascino (solo il 14,7%).

Il sorriso ha un potere straordinario: comunicare, sorprendere, emozionare. Trasformare un momento, una giornata o anche tutta la vita. È lo Smiling Power e ce lo dona anche il video prodotto da Oral-B Italia che vi postiamo qui sotto.

photo credit: greekadman via photopin cc