Il 21 giugno si entra ufficialmente in estate: è il solstizio d’estate, quando il Sole raggiunge, nel suo moto apparente lungo l’eclittica, il punto di declinazione massima. Questo fenomeno è dovuto alla inclinazione dell’asse di rotazione terrestre rispetto all’eclittica e determina, alle latitudini più basse del nostro emisfero, un fenomeno noto come “Sole di Mezzanotte“.

Se non l’avete mai visto, è davvero un fenomeno naturale che vale la pena vedere almeno una volta nella vita, che cambia totalmente la percezione del tempo e della realtà. Io vidi il mio primo sole di mezzanotte nel 2008, in Finlandia. Mi trovavo lì solo per un fine settimana, ed ebbi la fortuna di capitarci proprio per il solstizio d’estate, su un bellissimo isolotto al largo della costa di Turku.

Tra una sauna, i tuffi nel mare (ghiacciato!), il barbecue e le passeggiate, il pomeriggio sembrava non finire mai… tant’é che mi trovai – verso mezzanotte – a fare un giro in barca a remi per curiosare un po’ tra i cottage che si affacciavano sulla riva della costa lì attorno, scoprendo al mio ritorno che erano le 23.30. Il sole era ancora ben distinguibile sopra l’orizzonte, e il tramonto non arrivava mai. Passai la mezzanotte sul molo di legno della sauna a guardare il sole che piano piano si avvicinava all’orizzonte, sparendo quasi dietro le montagne dell’isolotto di fronte e lasciando il cielo avvolto da una tenue luce azzurrina, quasi elettrica. Ma poi anziché inabissarsi del tutto e lasciare che l’oscurità avvolgesse ogni cosa, riprese a risalire, aumentando man mano di nuovo la forza della sua luce.

L’atmosfera era veramente bellissima. Non ricordo a che ora riuscii ad andare a dormire quella notte: è incredibile come il nostro organismo si adatti alle condizioni esterne e continui a “funzionare” in presenza della luce, senza apparente bisogno di andare a dormire. Il rovescio della medaglia è che poi, quando si comincia ad avvertire la stanchezza, si vorrebbe riposare, e con la luce fuori (e – per chi non lo sapesse – nei Paesi Nordici non si usano le imposte alle finestre) che filtrava, è davvero difficile riuscire a riposare davvero anche se ci si addormenta.

Nonostante questo, un giro lassù per vedere questo bellissimo spettacolo vale la pena…

[Nella foto: il sole di mezzanotte in Finlandia, 2008]