Che fumare faccia male, è noto a chiunque. Le stime del Servizio Sanitario Nazionale, indicano che il fumo di tabacco è la prima causa di morte facilmente evitabile: provoca più decessi di alcol, droghe, incidenti stradali, omicidi e suicidi messi insieme. Basti pensare che in Italia circa 80mila persone muoiono ogni anno a causa di malattie fumo-correlate, e diventano 5 milioni di persone mel mondo.

SE FUMI VIVI DI MENO

Il fumo di tabacco incide sulla durata della vita media  oltre che sulla qualità della stessa: 20 sigarette al giorno riducono di circa 4-6 anni la vita media di una persona che inizia a fumare a 25 anni. Per ogni settimana di fumo si perde un giorno di vita. Infatti, dentro una sigaretta bruciano più 4000 sostanze chimiche, oltre al tabacco.

IL FUMO PASSIVO

E’ scientificamente provato che anche il fumo passivo è fortemente nocivo per la salute di chi sta intorno a un fumatore, in particolare per i bambini. Durante la gravidanza il fumo ha molti effetti nocivi sul feto: è il maggiore fattore di rischio di basso peso alla nascita, può causare aborti spontanei e complicazioni e può favorire l’asma nei bambini. In presenza di bambini, evitate assolutamente di fumare, perché il fumo passivo può causare infezioni polmonari nei neonati, irritazione agli occhi, tosse e disturbi respiratori e aumento del rischio di crisi di asma e otiti. La salute dei non fumatori è inoltre tutelata dalla Legge n. 3/2003, che all’art. 51 impone il divieto di fumare nei locali chiusi, ad eccezione di quelli provati non aperti a utenti o al pubblico e di quelli riservati ai fumatori e come tali contrassegnati.

COSA SUCCEDE AL TUO CORPO SE SMETTI DI FUMARE

Se smetti di fumare, ecco cosa succede…

  • Entro 20 minuti si normalizza la pressione arteriosa, si normalizza il battito cardiaco, torna normale la temperatura di mani e piedi;
  • Entro 8 ore scende il livello di anidride carbonica nel sangue e si normalizza il livello di ossigeno nel sangue;
  • Entro 24 ore diminuisce il rischio di attacco cardiaco;
  • Entro 48 ore iniziano a ricrescere le terminazioni nervose e migliorano i sensi dell’olfatto e del gusto;
  • Entro 72 ore si rilassano i bronchi, migliora il respiro e aumenta la capacità polmonare;
  • Da 2 settimane a 3 mesi migliora la circolazione, camminare diventa sempre meno faticoso;
  • Da 3 a 9 mesi diminuiscono affaticamento, respiro corto e altri sintomi come la tosse, aumenta il livello generale di energia;
  • Entro 5 anni la mortalità del tumore polmonare per il fumatore medio (un pacchetto di sigarette al giorno) scende da 137 a 72 ogni 100mila persone;
  • Entro 10 anni le cellule precancerose vengono rimpiazzate, diminuisce il rischio di altri tumori (alla bocca, alla laringe, all’esofago, alla vescica, ai reni e al pancreas;
  • Dopo 10 anni la mortalità del tumore polmonare scende a 12 per 100mila che è la normalità; praticamente il rischio di decesso per tumore polmonare è paragonabile a quello di una persona che non ha mai fumato.

In poche parole, se smetti di fumare, guadagni in media 20 anni di vita in buona salute, rischi meno di ammalarti, migliori le tue prestazioni fisiche e sportive (niente più affanno per salire le scale o per giocare al calcetto), hai più soldi a disposizione (un pacchetto al giorno per un anno equivale a circa 1500 euro), hai vestiti ed alito più profumati ed una pelle migliore…

Se ci stai pensando ma non sai come fare a smettere di fumare, prossimamente vi darò 10 consigli per riuscire a smettere di fumare per sempre.