La sigaretta: la dipendenza forse più difficile per tanti uomini e donne da eliminare. Si inizia a fumarla per gioco, si continua per abitudine e si riesce a smettere forse solo per paura delle conseguenze sulla salute che il fumo inevitabilmente implica.

Il Ministero della Salute ha stilato un decalogo di consigli per imparare a dire NO alla “bionda”. Vediamo in cosa consiste:

1. Comunicare l’intenzione di smettere a coloro che ci circondano pregando chi è accanto a noi di evitare di fumare per non indurci in tentazione. Chiedere eventualmente aiuto anche ai centri anti-fumo (numero verde per scoprire quello più vicino a te 800-554088).

2. Buttare nella spazzatura le sigarette ancora in possesso e nascondere posacenere e accendini.

3. Non cedere ai disturbi da mancanza di sigaretta come nervosismo, bocca secca, senso di fame atavica.

4. Bere più acqua del solito, soprattutto prima dei pasti per aumentare il senso di sazietà.

5. Utilizzare se necessario stuzzicadenti o cannucce da tenere tra le labbra al posto della sigaretta.

6. Soprattutto nei primi giorni gratificarsi togliendosi qualche sfizio, magari progettando qualche fuoriporta con i risparmi derivati dal mancato acquisto di stecche.

7. Fuggi dalla tentazione della “bionda” pensando a come il tuo corpo migliori senza il fumo: pelle più distesa, denti più bianchi, alito e capelli profumati, e respiro regolare.

8. Evita di frequentare per un po’ le persone che continuano a fumare, prediligi gli spazi pubblici come cinema e musei dove vige il divieto di fumo.

9. Pratica sport per testare il tuo fisico, la tua respirazione e ridurre la fame.

10. Se ti capita di cedere alla tentazione e fumare una sigaretta non darti per vinto: un errore può capitare, basta capire il perché e ricominciare da capo.

photo credit: Gatto Mimmo via photopin cc