La sinusite è un infiammazione da non trascurare, poiché non guarisce da se e quindi deve essere trattata adeguatamente. Il proprio medico curante potrà prescrivere degli antibiotici e, se ritenuto necessario, decongestionanti mediante gocce nasali o aerosol a base di cortisone. Per le persone in cui la sinusite è provocata da fattori allergici può invece essere necessaria l’assunzione di antistaminici.

In molti casi, specialmente nei bambini, viene fortemente consigliato fare dei soggiorni alle terme di almeno una settimana durante la quale si abbinano diverse terapie inalatorie che hanno lo scopo di rinforzare le mucose, difendere l’apparato respiratorio da attacchi di batteri e virus ed evitare ricadute croniche della malattia. Viene suggerito di sottoporsi alla cura con regolarità al fine di incrementare sempre di più i risultati e, se le condizioni anatomiche della persona lo consentono, con il tempo si potrà arrivare anche alla risoluzione del problema.

Per chi non potesse permettersi di andare alle terme c’è sempre un’alternativa: i suffumigi e gli inalatori a getto di vapore. Per i primi basta scaldare dell’acqua e aggiungere delle erbe aromatiche o oli essenziali come zenzero, propoli, eucalipto e timo, gemme di pino o aglio con aceto di mele. I secondi, ritenuti più efficaci, si possono trovare in farmacia e si usano per inalare soprattutto acque termali, ma anche gli oli sopracitati. Nei casi in cui, però, nessuna di queste soluzioni risulti efficiente può essere necessario ricorrere ad un intervento chirurgico di asportazione del materiale purulento, ripristinando il drenaggio e migliorando la via respiratoria.

Per alleviare i disturbi e riuscire a soluzionare al meglio il problema è consigliabile evitare le correnti d’aria, le temperature molto fredde, ma soprattutto cercare di non fumare ed evitare gli ambienti secchi ed affollati.

photo credit: narice28 via photopin cc

A cura di Jessica Rivadossi