Il diabete colpisce moltissime persone ma se curato e tenuto sotto controllo non comporta alcun pericolo; tuttavia, se si soffre di diabete, è necessario attuare un cambiamento drastico nelle proprie abitudini, sia alimentari che nel proprio stile di vita.

Come riconoscere il diabete?

SINTOMI

  • polidipsia (sete implacabile);
  • poliuria (elevata quantità di urine);
  • calo ponderale improvviso;
  • secchezza cutanea;
  • maggiore sensibilità alle infezioni;
  • spossatezza;
  • aumento della fame.

COME ACCERTARSI CHE SI TRATTI DI DIABETE

  • Attraverso un esame del sangue, se il valore della glicemia misurata in un momento qualunque della giornata supera i 200 mg/dl.
  • Se a digiuno da almeno 8 ore, la glicemia supera i 126 mg/dl;
  • Glicemia maggiore o uguale a 200mg/dl durante una curva di carico: si tratta di un test effettuato in ospedale, in cui si somministra una ben definita quantità di zuccheri e rilevando, in seguito, come cambia il valore misurato.

Nei casi di diabete di tipo 2, invece, i sintomi sono meno evidenti e molto spesso non si è in grado di avere una diagnosi certa e in tempi rapidi: il paziente ha alti valori di glicemia, ma senza i sintomi descritti in precedenza. Il diabete può anche apparire in gravidanza, in quel caso si parla di diabete gestazione (ne abbiamo parlato qui).

Infine, per intolleranza glucidica, si intende quando:

  • la glicemia a digiuno è tra 100 e 125 mg/dl;
  • la glicemia durante una curva di carico è tra 140 e 200mg/dl.

A cura di Jessica Di Giacomo

photo credit: .:[ Melissa ]:. via photopin cc