Il colesterolo alto non provoca nessun sintomo al paziente, fatta eccezione per i casi rari di ipercolesterolemia familiare omozigote, dove sin dall’infanzia si apprezzano i depositi di colesterolo nella pelle, nei tendini, intorno alla cornea dell’occhio, oltre a placche lipidiche.

Il colesterolo alto, nonostante non arrechi sintomi o disturbi al paziente, va a rappresentare uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari.

Essendo quindi impossibile avere dei sintomi che vadano ad indicare il colesterolo alto, sarà bene capire quali sono i fattori di rischio legati ad esso. Alcuni di questi sono parte della vostra dieta: le patatine fritte, il fastfood, gli snack, le caramelle, le creme di burro, lo zucchero filato.

Tutti questi cibi, ma anche tanti altri non citati, possono essere controllati con facilità da chiunque. Sicuramente essi possono recare felicità, ma è meglio stare in guardia: questi cibi sono molto pericolosi.

Anche alcuni farmaci, ad esempio, possono distruggere il nostro organismo. Possiamo citare i diuretici, o anche gli steroidi anabolizanti. Tutti questi fattori di rischio possono andare ad influire sui vostri livelli di colesterolo in tante maniere differenti, ma si può essere certi che lo fanno. Al 100 %.

E’ importante affrontare i propri fattori di rischio, e poi risolverli. Abbassare il colesterolo non è difficile, non perdiamoci in sciocchezze.

photo credit: Kαtyefamy via photopin cc