Le nuove tecnologie creano nuove sindromi. È il caso della sindrome da handphone, collegata all’utilizzo del telefono cellulare, sempre più diffusa tra la popolazione. In cosa consiste? Molto semplicemente, e così come suggerisce il termine in inglese, la sindrome da handphone porta l’individuo a tenere il telefono sempre in mano, a guardare continuamente il display, a mandare di continuo messaggi oppure ad utilizzarlo in altro modo. Il cellulare diventa una sorta di dipendenza o di ossessione e i social network (Facebook in particolare ma non esclusivamente) in questo non sono di grande aiuto.

La sindrome da handphone è diventata così diffusa e preoccupante che un pool di esperti italiano è arrivato persino a stilare un decalogo libera-mani, ossia una serie di consigli che dovrebbero aiutare a staccarsi dall’ossessione di tenere il cellulare sempre in mano e di utilizzarlo. Un decalogo che in molti dovrebbero tenere seriamente in considerazione, perché i numeri saltati fuori da uno studio sulla sindrome da handphone parlano piuttosto chiaro: il 72 per cento degli italiani (ossia sette su dieci) ha il telefono costantemente in mano e lo utilizza soprattutto mentre si trova sui mezzi pubblici (a farlo è il 78 per cento di essi) oppure mentre è al lavoro (69 per cento) o in vacanza (41 per cento). A soffrire di sindrome da handphone sono soprattutto le donne (il 58 per cento) mentre gli uomini ne sono interessati per il 43 per cento.

Come combattere la sindrome da handphone

Di seguito i dieci consigli stilati dagli esperti per combattere questo tipo di dipendenza che porta ad usare soltanto la mano libera, ossia quella che non utilizza il telefono cellulare.

  1. Fare attività fisica che rilassi
  2. Cercare di resistere all’impulso di prendere il cellulare e usarlo
  3. Favorire la visione dello spazio attorno a sé e non quello offerto dallo schermo del telefono
  4. Sfruttare tutti i cinque sensi
  5. Avere dei periodi di disconnessione totale, allontanandosi da smartphone e da internet in generale
  6. Utilizzare dispositivi alternativi che consentano di non usare il telefono (come orologi o sveglie per consultare l’ora o svegliarsi)
  7. Favorire le relazioni reali con le persone
  8. Eliminare le app che creano dipendenza oppure rendere più difficoltoso l’uso del telefono (ad esempio impostando codici per utilizzarlo)
  9. Se si ha necessità di utilizzarlo il telefono, concentrare in un’unica volta più operazioni, in modo tale da non consultarlo più per diverso tempo
  10. Tenere le mani impegnate in altre attività, in modo tale da non avvertire di continuo la necessità di prendere il cellulare