Quando la donna aspetta un bambino ci si chiede se si possa fare sesso in gravidanza oppure no. Spesso, infatti, si ritiene – a torto – che avere rapporti sessuali quando la donna è incinta possa provocare dei danni al bambino o che comunque fare sesso durante quei mesi sia sconsigliato. In realtà, invece, non è proprio così perché il sesso in gravidanza non è affatto sconsigliato, anzi. È opportuno però fare alcune considerazioni riguardo alcuni aspetti. Ma andiamo con ordine.

Sesso in gravidanza: quando evitare di farlo

Il sesso in gravidanza è assolutamente consigliato perché fa bene alla coppia e consente alla donna di trasmettere indirettamente sensazioni di piacere (non fisico, ovvio) al feto. Che il sesso quando si è incinta possa essere fatto eccome è testimoniato anche dalle numerose guide che suggeriscono quali sono le migliori posizioni per fare l’amore quando si aspetta un bambino.

Gli unici casi in cui i medici sconsigliano di avere rapporti sessuali è quando la gravidanza presenta alcune situazioni di rischio. Si tratta, più in particolare, di:

  • rottura prematura del sacco amniotico
  • minaccia di aborto
  • minaccia di parto prematuro
  • dilatazione del collo dell’utero prematura
  • ipercontrattilità dell’utero

Sesso in gravidanza: primi tre mesi

I primi tre messi possono essere quelli più delicati dal punto di vista dell’andamento dei rapporti sessuali. La donna, a causa degli sbalzi ormonali che subisce e dei tanti cambiamenti a cui il suo corpo si sta preparando, potrebbe infatti subire un drastico calo del desiderio. Se a tutto questo si possono aggiungere senso di stanchezza e nausea, si capisce come il desiderio di fare sesso possa nettamente scemare. Alcune donne, tra l’altro, temono che i rapporti possano mettere a rischio la gravidanza, visto che i primi mesi sono comunque considerati cruciali per il proseguimento sano della gestazione.

Sesso in gravidanza: secondo trimestre

Va decisamente meglio tra il quarto e il sesto mese di gravidanza. Il desiderio di fare l’amore tende a farsi sentire di nuovo e in questa fase della gestazione può risultare davvero molto appagante. Fondamentale il ruolo dell’uomo: alcuni compagni potrebbero essere intimoriti dai cambiamenti fisici della partner (il freno è soprattutto di ordine psicologico, a causa di una situazione spesso alla prima esperienza) o dalla possibilità di fare male al feto. Come abbiamo visto, però, tali timori non hanno ragione di esistere se il medico non ha dato indicazioni particolari.

Sesso in gravidanza: ultimo trimestre

Anche nel corso dell’ultimo trimestre si possono avere rapporti sessuali, se non vi sono motivi di impedimento di ordine fisico o patologico. Gli unici problemi, in questo periodo, sono legati all’eventuale stanchezza o affaticamento della donna (soprattutto per via della pancia che cresce). Anche in questo caso esistono posizioni molto comode che possono essere di grande aiuto (la donna che si distende su un fianco, ad esempio).