Agli uomini piacciono le donne intelligenti: se questa può sembrare una classica battuta, invece, non è così. A sfatare il solito cliché secondo cui il sesso maschile sarebbe più interessato a un prosperoso décolleté e gambe lunghe rispetto al “cervello” ci pensa un biologo evoluzionista dell’Università di Cambridge, David Bainbridge.

Secondo quanto riportato dal Telegraph, lo stesso sarebbe convinto della sua teoria secondo cui per gli uomini l’intelligenza nella donna non solo risulta essere una qualità decisamente attraente, ma soprattutto un segnale importante per spingerli a fare il grande passo, scegliendola come compagna nella vita e madre responsabile dei futuri figli. Secondo lo stesso, infatti, una donna intelligente sarebbe segno che la stessa è stata cresciuta in un ambiente familiare con le stesse caratteristiche, quindi con genitori intelligenti.

Avere un seno prosperoso quindi, evidenzia il biologo, non ha importanza, specialmente se asimmetrico: gli uomini, infatti, sarebbero più attratti dalla simmetria, anche per quanto concerne le gambe lunghe. “Gli uomini” ha dichiarato lo stesso Bainbridge “sono in cerca di gambe lunghe” questo perché le gambe dritte “sono un segno di buona salute genetica”, che alla fine sarebbe il fattore che gli uomini ritengono più attraente. Un’irregolarità nelle gambe, secondo lo stesso, sarebbe infatti associata ad una malattia evolutiva come il rachitismo.

A prova di ciò, conclude, “diverse ricerche hanno dimostrato che la maggior parte degli uomini preferisce gambe di lunghezza normale“.