Quando si parla di serre da balcone o terrazzo, ci si riferisce a strutture semplici, non riscaldate, costruite in materiale plastico e progettate per essere smontate nella bella stagione e riposte con limitato ingombro. Economiche e funzionali, servono a dare riparo a quelle piante, come le aromatiche, a cui basta una protezione leggera per sopravvivere all’inverno, ma sono molto utili anche a chi desidera dedicarsi all’orto anche in inverno: al coperto, infatti, è possibile iniziare a seminare quegli ortaggi che hanno tempi di sviluppo abbastanza lunghi, come pomodori e melanzane, per poi trapiantarli nei vasi a primavera.

Nei rivenditori specializzati è possibile trovare serre da balcone o terrazzo già pronte, facili da montare e di varie dimensioni, ma certo per chi ama il fai-da-te, costruire con le proprie mani una piccola serra che protegga le nostre piante durante i mesi freddi sarà una vera soddisfazione.

Innanzi tutto occorre decidere dove vorremo posizionare la nostra serra, anche se il consiglio migliore è quello di addossarla a un muro, che disperda calore, in modo da ricavare da questo una temperatura interna non troppo bassa. Allo stesso modo, anche l’orientamento della serra è in genere stabilito in modo da garantire il maggior irraggiamento possibile. Nel caso di una serra singola, ad esempio, la migliore captazione della radiazione solare in inverno viene ottenuta con un orientamento est-ovest.

Proseguiremo quindi stabilendo il numero di vasi o piantine che la serra dovrà ospitare, in modo da farsi un’idea delle dimensioni totali e della quantità di materiale necessario. In questa fase bisognerà tenere conto che alcune piante a dimora, come rose, azalee e ortensie tollerano abbastanza bene il freddo, basterà quindi coprire le radici con una pacciamatura fatta di foglie secche, corteccia o paglia. Altre piante richiedono invece di una protezione leggera, che potrà facilmente essere garantita con del tessuto non tessuto (TNT). Solo alcune tipologie di piante, come le succulente, il peperoncino, erba cipollina, basilico, mentuccia, piante verdi e fiori avranno dunque bisogno di essere ospitate in serra.

Costruire la serra

Per costruire una piccola serra, adatta a proteggere piante e fiori da terrazzo, avremo bisogno di procurarci: teli in polietilene (PVC), archetti o tubi flessibili, fil di ferro, listelli di legno, chiodi, martello, pistola sparapunti. A questo punto possiamo decidere se realizzare una mini serra nella versione base (a tunnel, per intenderci) o se intendiamo costruire una struttura più complessa e resistente.

Nel primo caso dovremo procedere curvando i tubi flessibili e infilandoli direttamente nel vaso, abbastanza in profondità nel terriccio, uno dopo l’altro, in modo da realizzare un tunnel. Con questa procedura si può proteggere il singolo vaso, oppure una serie di fioriere, di uguale dimensione, messe in fila una dopo l’altra. Una volta fissati tutti gli archetti, si procede ricoprendoli con il telo in polietilene e fissando quest’ultimo con del fil di ferro. Tale soluzione chiaramente renderà impossibile spostare i vasi per tutto il periodo in cui la serra rimarrà montata.

La variante più complessa della serra a tunnel può invece prevedere una base in legno, leggermente più piccola rispetto alle dimensioni del vaso, da poggiare direttamente sul terriccio e alla quale fissare gli archetti. Costruite quindi la base utilizzando listelli di legno, tenuti insieme da chiodi o viti, fino a realizzare una cornice solida. Disponete quindi gli archetti a tunnel sulla base, fissandoli al legno con dei ganci e concludete stendendo sugli archetti il telo di protezione, da fissarsi alla base di legno con dei punti metallici. Tale struttura ha il vantaggio di poter essere spostata e sollevata agevolmente

Molto importante è ricordarsi di lasciare un lembo di telo mobile, in modo da poterlo sollevare con facilità. È infatti essenziale assicurare una certa circolazione d’aria per tenere bassa l’umidità indotta ed evitare la formazione di muffe. Si consiglia dunque di praticare piccoli fori ai lati del supporto e di ricordarsi di aprire la serra durante le giornate più calde e soleggiate.