Alleviare i sintomi della sclerosi multipla con inviando scosse elettriche alla lingua del paziente. Se può sembrare strano, oltre che pericoloso, non lo è stato per il team di studiosi della University of Wisconsin-Madison, secondo il loro studio pubblicato sul Journal of Neuro-Engineering and Rehabilitation.

La sclerosi multipla – che in Italia colpisce ben 68 milioni di individui – è una patologia che colpisce le cellule nervose andando ad intaccare la comunicazione tra il cervello e il midollo spinale:  ad oggi – nonostante le numerose ricerche – non è ancora stata trovata una cura definitiva. Per quanto riguarda lo studio è ben noto come la lingua sia collegata al tronco encefalico (cerebrale) e, per questo motivo, è stato studiato un metodo che possa andare a stimolare lo stesso muscolo, per andare a migliorare ed alleviare i sintomi della  patologia neurologica  aiutando anche la riabilitazione.

Lo studio

Nel corso dello studio gli scienziati avrebbero applicati degli impulsi elettrici – considerati del tutto innocui – sulla punta delle lingue dei pazienti poiché, secondo gli stessi, la saliva potrebbe farne da conduttore. Nel corso delle 14 settimane successive, sempre con gli impulsi sulla lingua, sarebbe stato evidenziato un doppio miglioramento in molti pazienti per quanto riguarda l’equilibrio e fluidità, con una maggiore facilità nel camminare. rispetto ai pazienti che, al contrario hanno seguito il trattamento tradizionale.

Secondo quanto dichiarato dal coordinatore dello studio Yuri Danilov, lo studio avrebbe portato alla scoperta per un nuovo metodo per la neuroriabilitazione di molti disturbi neurologici: per questo motivo il nuovo studio dei ricercatori sarà incentrato nel capire se lo stesso metodo potrebbe essere utilizzato per altre patologie, in pazienti colpiti da ictus o Parkinson e che stanno perdendo la vista.

photo credit: MTSOfan via photopin cc