La scelta del gatto dipende molto dalle preferenze personali per un particolare tipo di gatto, dal fatto che abbia il pelo corto o lungo, oppure il mantello di un certo colore o con certi disegni. Uno dei fattori maggiormente determinanti nella scelta di un gatto resta comunque il costo.

GATTI NOBILI E GATTI RANDAGI

Ci sono gatti i cui genitori e progenitori possono essere tracciati fino agli inizi dell’Ottocento. All’altro estremo ci sono i trovatelli, che possono essere raccolti gratis dalla strada. In mezzo a questi due estremi ci sono moltissime possibilità, tra incroci completamente casuali, incroci non programmati tra un gatto con il pedigree e un gatto “comune”, oppure agli incroci pianificati tra gatti di razze diverse per i più svariati scopi. Se volete un gatto di razza o quasi, potete risparmiare molto nel caso in cui uno dei due genitori del gatto non ha il pedigree ma è della stessa razza.

LA TAGLIA

La taglia, per il gatto, non è davvero un problema come lo è per i cani (pensate alla differenza tra un danese ed un chiwawa). I gatti hanno più o meno tutti la stessa grandezza, e le restrizioni dello spazio in cui vivono non sono un vero probelma, poiché i gatti sono molto adattabili. Alcune razze hanno delle esigenze particolari, ma in generale i gatti si adattano bene a vivere sia in un piccolo appartamento che in una grande casa.

GATTI CON IL PEDIGREE

Se volete un gatto di razza pura è ancora oggi una cosa un po’ strana, a parte che per il Persiano Blu ed il Siamese. Comunque recentemente è possibile richiedere agli allevatori dei gatti anche di altre razze e li si trova facilmente, ma per non essere truffati, assicuratevi del buon nome dell’allevatore.

I GATTI DI STRADA

I gatti che sono stati abbandonati dai loro precedenti padroni o quelli che in strada ci sono nati, tenderanno sempre a desiderare una vita da randagi, che spesso condividono con altri gatti come loro creando delle colonie. Riconvertirli a una vita domestica è possibile e a volte è il gatto stesso che adotta il proprio padrone. Tuttavia dovete considerare che questi gatti sono stati esposti a infezioni e malattie di ogni tipo, quindi la prima cosa da fare quando decidete di adottarne uno è portarlo subito dal veterinario per fargli fare tutti i controlli e i vaccini del caso. Dovrete inoltre considerare di perdere più tempo dietro a un gatto selvatico o inselvatichito per farlo abituare alla sua nuova vita di gatto di casa.