Alzi la mano quella donna che non ha mai provato un senso di malessere unito a quella voglia di litigare e al desiderio di cibi dolci e insani proprio nei giorni che precedono il ciclo. Beh, la spiegazione potrebbe essere la carenza di una molecola che prende il nome di Serotonina.

Si tratta di un neurotrasmettitore cioè di una di quelle sostanze che regolano funzioni cerebrali come il tono dell’umore, il sonno, l’appetito, l’impulsività, il desiderio sessuale. In particolare la Serotonina favorisce un senso di benessere, predispone ad un atteggiamento socievole ed amichevole, induce senso di sazietà, riduce la voglia smodata di dolci, aiuta a superare lievi stati d’ansia, agitazione o depressione, concilia il sonno e può aiutare a superare le crisi d’astinenza per chi rinuncia a nicotina, alcol, droghe. In più, attivando le encefaline e le endorfine (vedi qui per sapere cosa sono e come aumentarne il rilascio per migliorare l’umore), alza la soglia del dolore e può essere utile in caso di emicranie e simili. Non per nulla molti sonniferi e molti psicofarmaci puntano prprio a innalzare il livello di serotonina.

È oramai accertata una correlazione tra la produzione ormonale e la produzione di neurotrasmettitori. Nelle donne affette da Sindrome Premestruale è presente una disregolazione delle vie che utilizzano Serotonina.

Ma il tasso di Serotonina può essere aumentato anche con il cibo, sia ingerendo alimenti che la contengono direttamente come banane, latticini, kiwi, avocado, sia scegliendo quelli ricchi  di Triptofano, che ne è il precursore. Si tratta di un aminoacido, quindi un costituente delle proteine, contenuto in cibi come carne, pesce, uova e formaggio. Ma perché il triptofano possa raggiungere il cervello e trasformarsi in Serotonina è necessario che il pasto sia ricco di cereali che sono anche un’ottima fonte di vitamina B6, indispensabile per trasformareil Triptofano in Serotonina.

Utile anche ridurre ridurre l’apporto di caffeina (caffè, té, cola), sale e zuccheri raffinati, assumere integratori alimentari di vitamina B6, magnesio e omega 3 e fitoterapici (leggi qui quali sono le erbe che aiutano a risolvere i problemi femminili).

LEGGI ANCHE:
Sindrome premestruale: aiutati con agopuntura, riflessologia, yoga e terapie mente-corpo

photo credit: .Andi. via photopin cc