La scelta delle giuste scarpe da fitness non è un dettaglio di poco conto, dato che una scorretta sollecitazione del piede può determinare infiammazioni articolari e aumentare il rischio di storte e cadute. Non si tratta dunque di una valutazione cui approcciarsi con occhio estetico (o quantomeno non solo), bensì tenendo a mente il tipo di attività che andremo a svolgere. Non esiste infatti la scarpa sportiva perfetta in assoluto, ma scarpe adatte alle specifiche discipline.

Per aiutarci nella scelta della scarpe da fitness più adatte a noi, chiediamo consiglio agli stessi istruttori e facciamoci assistere dal personale specializzato presente in negozio. Alcune valutazioni preliminari possono comunque facilitarci il compito e guidarci nel vasto mondo delle attrezzature fitness.

Per prima cosa è importante sottolineare che le sneakers, spesso definite scarpe da ginnastica, sono perfette per il tempo libero, ma non per praticare sport. La suola troppo dura e non adeguatamente ammortizzata potrebbe essere causa di problematiche ai piedi ed alla schiena; inoltre non offrono adeguata protezione alle articolazioni e non sono in grado di garantire stabilità e supporto al tallone ed al corpo in generale.

Ricordiamo poi che è importantissimo provare le scarpe da fitness prima di acquistarle: assicuriamoci che il tallone aderisca perfettamente alla scarpa, mentre la punta del piede deve essere libera di muoversi.

Durante la prova, camminiamo il più possibile, così da testare la leggerezza del modello: la scarpa deve infatti offrire sostegno, ma non intralciare i movimenti con la sua pesantezza. Una buona scarpa fitness deve inoltre essere resistente alle sollecitazioni cui è sottoposta, ma anche sufficientemente elastica da permettere di piegare il piede senza trovarsi ad avvertire resistenza da parte della scalzatura (spesso la suola è divisa in due parti per garantire al piede maggior libertà di movimento). Molto importante è infine il giusto grado di ammortizzazione offerto dalla suola, che deve permettere di essere agili nei movimenti, ma anche attutire gli urti con il terreno offrendo protezione a talloni e articolazioni. Sempre parlando si suola, importante è anche la sua forma: nel fitness si effettuano solitamente repentini cambi di direzione, quindi le scarpe dovrebbero presentare bordi arrotondati, che agevolino tali movimenti. E’ infine bene orientarsi su modelli che garantiscano un buon grado di traspirazione.

Ricordiamo inoltre che le scarpe da palestra vanno cambiate spesso, in quanto si usurano molto velocemente, vanificando i vantaggi derivati da una scelta oculata: se usate in maniera continuativa, andranno sostituite ogni 6 mesi circa.