Correre: dici tutto e dici niente, specialmente quando si tratta di trovare la scarpa giusta. Già, perché se avete provato ad entrare in un negozio di attrezzature sportive e vi siete trovati davanti a una parete di “scarpe da corsa” che più diverse davvero non si può e avete pure trovato un commesso poco propenso alle spiegazioni, c’è poco sa stupirsi se siete impalliditi e vi siete ritirati nel classico “ci penso un attimo”. Del resto, meglio tergiversare che ritrovarsi poi con una tendinite dopo pochi chilometri di corsa o con le dita rattrapite e flagellate da calli e vesciche. Insomma, quando si tratta di scegliere una scarpa da running, è importante scegliere in base alla funzionalità della scarpa e lasciar perdere l’estetica.

Cominciamo allora a capirci qualcosa…

I FATTORI DA CONSIDERARE PER SCEGLIERE UNA SCARPA RUNNING

La frequenza delle vostre uscite

Il primo fattore da considerare quando si sceglie una scarpa da running è la frequenza delle vostre uscite: un conto è se vi allenate tutti i giorni o a giorni alterni (allora vi servirà una scarpa da training) oppure se fate una sola o due uscite settimanali (in questo caso andranno bene anche scarpe un po’ meno resistenti e più confortevoli).

Il tipo di terreno su cui correte

Il secondo – importantissimo – fattore da considerare è il terreno su cui correte. Se correte su strada, ad esempio, potreste voler provare una delle ultimissime scarpe “effetto piede nudo” che danno la sensazione di toccare il suolo con il piede (attenzione alle tendiniti, però… se non siete abituati, cominciate gradualmente, e non usatele mai su terreni sconnessi o di montagna), ma se correte già su sentieri sterrati, su strade di montagna, su terreno misto o su pista e corsa campestre, il tipo di scarpa che vi serve cambia completamente per pesantezza, resistenza, forma e caratteristiche tecniche.

Il vostro peso

Ultimo fattore, ma forse il più importante, è il vostro peso: le scarpe da running si dividono solitamente in scarpe leggere, medie e pesanti, a seconda del peso e del sesso della persona che le usa. Possono usare scarpe leggere uomini che hanno un peso fino i 65kg e donne che hanno un peso fino ai 45kg; le scarpe medie sono per uomini che pesano dai 65kg agli 80kg e donne che pesano dai 45kg ai 65kg; infine servono scarpe pesanti per uomini che superano gli 80kg di peso e donne che superano i 65kg di peso.

L’APPOGGIO PLANTARE

Un’altra cosa da fare prima di andare a comprare la vostra scarpa da corsa è quella di verificare il vostro appoggio plantare: dopo la fase di volo, il peso del corpo si scarica sul terreno e l’arco plantare tenderà a cedere verso l’interno (pronazione fisiologica). Quando la pronazione fisiologica è normale, viene chiamata neutra (la potete vedere nella figura A qui sotto). Se la pronazione è accentuata (figura B), siete degli iperpronatori. Se invece l’effetto avviene nella parte esterna del tallone, avrete un “atteggiamento supinato” (figura C).

Scarpa_A-B-C

In alcuni negozi sportivi particolarmente forniti è possibile effettuare lo shoe test, che vi permetterà di capire il tipo di appoggio che avete.

LE CATEGORIE DI SCARPE DA CORSA

Solitamente le scarpe da corsa sono classificate in diverse categorie di riferimento, che – badate bene – non dovete per forza conoscere quando andate ad acquistare una scarpa. Quello che vi serve davvero è il supporto di una persona competente che possa consigliarvi in base alle informazioni che fornite, e più saranno dettagliate e più facilmente potrete indovinare la scarpa che fa per voi.

Minimaliste
Si tratta di scarpe leggerissime, dal peso di 150-300 grammi, che favoriscono il movimento naturale del piede. Sono spesso usate per correggere alcuni problemi posturali.

Superleggere

Pesano meno di 250 grammi e sono usate per gare o allenamenti a ritmo veloce. Sono flessibili ed hanno un notevole ritorno elastico, quindi sono adatte a corridori veloci e leggeri, che non hanno problemi di appoggio.

Intermedie

Pesano dai 240 ai 295 grammi e garantiscono una buona ammortizzazione. Si utilizzano in allenamenti veloci e gare dal ritmo moderato.

Massimo ammortizzamento

Superano i 300 grammi di peso e hanno un alto potere ammortizzante. Si usano come scarpe da allenamento per chi ha un appoggio neutro o supinato.

Stabili

Si tratta di scarpe pensate per correggere i problemi di pronazione. Garantiscono sostegno, protezione e stabilità. Sono consigliate per atleti pesanti.

Trail Running
Sono scarpe leggere, traspiranti e spesso impermeabili, con suole pensate specificamente per tracciati sconnessi e di montagna, che assorbono gli impatti col terreno e garantiscono tenuta in discesa e frenata.

Chiodate specialistiche
Rientrano qui i modelli per corsa campestre o delle specialità su pista. Sono di solito leggere e caratterizzate da chiodi sull’avampiede, dello spessore variabile a seconda dell’utilizzo.

Detto questo… approfittate dei saldi. Molto probabilmente non vi servirà assolutamente l’ultimo modello uscito, e in questo periodo si può risparmiare anche fino al 50%. Un ultimo consiglio? Scegliete le vostre scarpe facendovi consigliare da un commesso che ci capisca almeno più di voi e non fatevi abbindolare dalla pubblicità: non tutti i piedi sono uguali e non tutte le scarpe – benché attraenti esteticamente – saranno adatte ai vostri piedi e ai vostri allenamenti.